27 agosto 2016

Olio essenziale di Rosa

OLIO ESSENZIALE DI ROSA
 Famiglia: Rosaceae
nota di cuore
 olio essenziale di rosa
Nell’antica Grecia la Rosa era considerata il fiore degli dei, nata da una coccia di sangue di Venere, la dea dell’amore e il simbolo della bellezza. Nel Medioevo la Rosa era usata per curare le malattie e i disturbi più disparati: di gestivi, mestruali, circolatori, e patici, della pelle e degli occhi.
Questo arbusto, può raggiungere l’altezza di un metro e mezzo, due metri. Il fusto è coperto di aculei, le foglie sono ovali, con apice acuto e coperte di peluria che con ferisce loro un colore grigio-verde. I fiori sono rosa e hanno trentasei petali vellutati Pianta di origine orientale e ora coltivata in tutto il mondo
L’olio essenziale si ottiene per distillazione in corrente di vapore dei petali colti prima della fioritura ed essiccati all’aria, dalla Rosa damascena (Bulgaria) o dalla Rosa gallica (Africa settentrionale); oppure, dalla Rosa centifolia,  Fra le essenze aromatiche, quella di rosa damascena è una delle più apprezzate in aromaterapia e cosmesi. Il prodotto ottenuto dalla distillazione è un olio giallo chiaro dal profumo dolce e delicato, ma intenso.
Come prodotto secondario della distillazione in corrente di vapore si ottiene l’Acqua di Rose.
Digestivo e stimolante della circolazione, decongestionante, antidepressivo, depurativo.

CONSIGLI PRATICI 

mettete 10 gocce di olio essenziale di Rosa damascena nella vasca da bagno e riempitela d’acqua calda. Immergetevi per almeno un quarto d’ora venti minuti, preferibilmente la sera, prima di andare a letto e rimanete immersi fino a quando vi sentirete completamente rilassati.
ungete i polpastrelli con un paio di gocce di olio essenziale di Rosa damascena e frizionate delicatamente le tempie e la fronte con un leggero movimento rotatorio.
diluite 5 gocce di olio essenziale di Rosa damascena in 1 cucchiaio di olio di Mandorle dolci. Con questa miscela massaggiate delicatamente la zona del fegato per qualche minuto. Non premete, effettuate solo un leggero sfregamento circolare per far penetrare l’olio.

Related posts