31 luglio 2016

Kalium Phosphoricum

Il Kalium Phosphoricum (fosfato di potassio), si presenta solido, di colore bianco ed inodore, risulta irritante.
Sintomi mentali di Kalium Phosphoricum 
La caratteristica fondamentale del soggetto Kalium Phosphoricum è in uno stato fisico di depressione psicologica, spesso causati da sovraccarico di lavoro mentale, ma anche nei problemi di origine emotiva, o dopo una grave malattia che causa una fuga reale di energia nervosa.
Si spaventa facilmente, soprattutto spavento da rumori o quando viene toccato.
Ha una costante ansia, apprensione, senza causa o presagi tetro, vede sempre il lato negativo di tutto ciò che, torcendosi le mani. Ha paura di morire (anche se lui è stanco della vita), la malattia, e di essere soli in luoghi pubblici o luoghi (agorafobia).
È irritabile, impaziente, testarda. Irritabile quando gli si parla, e quando questo o sento debole
Kalium Phosphoricum è un rimedio utile in caso di affaticamento intellettivo.
Kalium Phosphoricum è indicato in caso di:
Irritabilità; perdita della memoria, dopo sforzi intellettivi prolungati
Preparazione agli esami
Dichiarazioni di debolezza o di esaurimento causati da shock mentale o fisica
Atrofia muscolare progressiva. Paralisi che appaiono all’improvviso
Congiuntivite con secrezione acquosa o delle mucose
Altri sintomi e indicazioni terapeutiche di Kalium Phosphoricum 
Cefalea e mal di testa dopo un intenso stress lavorativo o comunque un eccessivo impegno mentale.
Difficoltà di concentrazione.
Diarrea emotiva.
Perdita di memoria e amnesie.
Stress.
Affaticamento, anche nervoso, intolleranza o comunque fastidio al rumore.
Anemia.
Convalescenza molto lunga, che si protrae.
Afonia.
Dispepsia.
Astenia, debolezza fisica e mentale.
Malinconia.
Incubi, insonnia, sonno disturbato, sonnambulismo.
Isteria.

a cura della Redazione di Altrasalute

Related posts