25 settembre 2016

Marmellata di peperoncino

Marmellata di peperoncino
La Marmellata di peperoncino è senza dubbio il pezzo forte delle mie proposte culinarie. Prima di passare al procedimento di preparazione voglio parlare dell’utilizzo della marmellata di peperoncino. Molti rimangono stupiti che con un ingrediente così piccante si possa pensare di fare una marmellata, scetticismo che svanisce immediatamente dopo averne assaggiato il gusto.
Tartine al formaggio
Si taglia del pane in cassetta a quadratini di circa due centimetri e si tosta in forno.
Una volta raffreddato si spalma con del formaggio cremoso (tipo philadephia o robiola) sul quale si deposita una puntina di marmellata.
È inoltre eccellente sui wurstel e sulle salsicce arrostite in sostituzione del ketchup;
sulle carni bollite al posto della mostarda; e anche qui spazio alla fantasia.
Allora passiamo alla preparazione della marmellata: 
si prendono dei peperoncini freschi, si lavano e si tagliano in piccoli pezzi.
Si aggiunge dello zucchero per una quantità pari al 50% dei peperoncini. (es. 300 grammi di peperoncini e 150 grammi di zucchero) collocando il tutto in una piccola pentola di acciaio con il fondo alto.
Si fa cuocere il tutto a fuoco bassissimo con il coperchio per almeno un’ ora e si trita successivamente il composto con un frullatore ad immersione (mini pimer).
Lasciare ancora sul fuoco fino ad ottenere una salsa molto cremosa.
La marmellata di peperoncino va invasata a caldo in piccoli barattoli che dovranno essere serrati e capovolti fino a che non si saranno raffreddati.
Se i barattoli non sono perfettamente ermetici o se all’interno è rimasta un po’ di aria, è possibile che nel tempo si possa creare uno stratino superficiale di muffa; quindi consiglio di prestare attenzione alla procedura di invasamento.
Una volta aperta la marmellata di peperoncino va conservata in frigorifero.
Per i più esigenti (come me) è possibile eliminare i semi del peperoncino in due modi:
togliendoli molto pazientemente prima di iniziare la cottura del prodotto;
passando la marmellata  con un passa pomodoro a fori piccoli dopo averla  lavorata con il frullatore ad immersione .
sezione a cura di  Mauro Hilbrat

Related posts