25 novembre 2017

Consigli per il radiestesista

Le condizioni necessarie al radiestesista per lo svolgimento dei suoi esperimenti si possono dividere in due gruppi:

condizioni psicofisiche
condizioni ambientali.
Le prime alludono ad uno stato dell’operatore radiestesico, riguardano la sensibilità, la stabilità emotiva, la capacità di percepire le sensazioni più sottili e di immedesimazione nella propria attività, nonché disposizione a formare rappresentazioni mentali e visive. Motivazione e concentrazione favoriscono gli esperimenti a differenza delle malattie fisiche e mentali che influiscono negativamente sugli esperimenti. Altri fattori negativi sono la dipendenza dal fumo, dall’alcool, dalle droghe e dai sedativi.
Per condizioni ambientali si intende l’influenza che l’ambiente esercita sull’operatore: alcune hanno un effetto stimolante, altre possono essere di ostacolo. Nel campo della radiestesia, durante gli esperimenti è importante raggiungere uno specifico stato di concentrazione spirituale, una completa
pace mentale che liberi da qualsiasi influenza ambientale. Le cause più frequenti per cui l’esperimento può dare risultati errati sono le seguenti:
stanchezza fisica  
 
paura di un risultato sbagliato  
 
scarsa conoscenza del campo che si vuole sondare  
 
scarsa conoscenza dei metodi di ricerca  
 
suggestione  
 
esibizione ingiustificata della capacità radiestesica

Tratto da Radiestesia come Manifestazione di JOLANDA PIETROBELLI

Related posts

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, effettuando lo scroll in basso della pagina, o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni sulla cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi