Questa sezione è dedicata ai 
SOGNI 
sogni logo 
Tratto dal libro "Guida Pratica all'Interpretazione dei Sogni" - RIZA
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Gli ambienti 
Le forze della natura 
Le situazioni 
I personaggi 
Le prove della vita 
Gli animali 
 
Il mare 
 
 
Ricerca personalizzata
 
 
Visita la nostra 
Articoli, Interviste e Conferenze alla ricerca del benessere
 
Il mare calmo e tranquillo  
«Sono al mare e sto passeggiando in un parco. Vedo una grande scalinata. È bellissima, luminosa; scende dolcemente e scompare nel mare, Mi immergo piano piano nell’acqua limpida, dove ci sono tante piccole luci colorate. Sono pesci e minuscole conchiglie. Entro completamente nell’acqua, e alcune di queste mi entrano in bocca. Ma non mi danno fastidio. Quando esco dal mare mi sento rigenerata» Gloria. 
 
Immergersi senza paura nelle acque limpide del mare e prendere contatto con gli esseri che lo abitano è un sogno che spesso compare durante una psicoterapia, a confermare la conquista di un rapporto armonioso con le proprie parli profonde.  
Se poi a sognare di trovarsi nelle acque del mare è una donna, occorre considerare la simbologia del femminile da esse proposta. Nel caso di Gloria, per esempio, il sogno afferma l’avvenuta integrazione di una componente femminile fino ad allora negata, perché fonte di dolorosi confronti con la figura materna.  
 
Il mare in tempesta  
«Disteso su un materassino mi lascio cullare dalle onde del mare al largo di una piccola baia. All’improvviso mi agito e non so il perché. Mi guardo attorno e mi accorgo che il mare si sta ingrossando, diventando cupo e minaccioso. Cerco di raggiungere la riva, ma le onde si fanno sempre più alte e violente e stanno per raggiungermi. Non so se ce la farò. Mi sveglio bruscamente, sono tutto sudato e terrorizzato dalla paura» Carlo. 
 
Sogni come quello di Carlo indicano momenti di grandi incertezze e turbamenti, che possono essere accompagnati da disturbi somatici quali infiammazioni dell’apparato genito-urinario, sindromi ansiose, agitazione psicomotoria e, nella donna, menometrorragie.  
Le onde che si sollevano sostenute da forze oscure sono il simbolo di irruzioni improvvise dell’inconscio che minacciano l’equilibrio psicofisico dell’individuo, forse perché da troppo tempo conduce uno stile di vita che non lascia esprimere le sue qualità più autentiche. La tempesta indica che è giunto il momento di cambiare.  
Del resto, è proprio nel caos e nella tempesta che appaiono i grandi inizi e le fini delle epoche storiche.  
 
Nuotare nell’acqua  
Un’altra immagine che ricorre frequentemente nei sogni è nuotare nell’ acqua tenendo fuori la testa, Anche in questo caso si può parlare del raggiungimento di un buon equilibrio: l’lo infatti viaggia apertamente nell’inconscio senza però farsi coinvolgere dalle situazione emotive (anzi le domina, come indica la testa alta) e così mantiene la consapevolezza del proprio agire,  
 
Osservare il mare da lontano  
E coloro che nei sogni non si immergono nelle acque del mare ma rimangono, per esempio, seduti su uno scoglio a osservarlo? In questi casi (simili a quelli in cui si guarda nel profondo del mare da un’imbarcazione) è particolarmente importante considerare la sensazione provata: paura, attrazione, indifferenza, senso di impotenza o serenità possono indicare una minore o maggiore difficoltà ad avvicinarsi al mondo dell’inconscio. A ogni modo, il messaggio è chiaro: ci attende una trasformazione che coinvolgerà tutto il nostro essere. E l’atteggiamento contemplativo del mare è già indice di contatto con questa forza rinnovatrice, Occorre però osservare che, forse, non siamo ancora pronti ad affrontare un cambiamento così radicale e tendiamo a rimandare il processo.  
 
 
 
 
 
 
 
Copyright - 2006-2014. Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale senza l'autorizzazione della Redazione 
Le indicazioni che troverete tra queste pagine vengono fornite al solo scopo informativo e non possono sostituire la consulenza di un medico. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose. E' possibile rintracciare dei centri dove con breve attesa e pagando un ticket si può essere visitati. Anche il vostro medico di famiglia potrà esservi di aiuto.