20 Febbraio 2020

Acqua di Fatima

Acque di Luce
Acque di Luce

Nel 1916 tre piccoli pastori, di 10, 9 e 7 anni ricevettero a Fatima, in Portogallo, per tre volte la visita di un angelo che preannunciava l’apparizione della Madonna. I bambini sarebbero stati i messaggeri di quanto la Madonna del Rosario aveva da rivelare. Apparve più volte, anche davanti a migliaia di persone, e confidò loro  tre segreti, l’ultimo dei quali rivelato pochi anni fa da Giovanni Paolo II. Per dissetare i numerosissimi pellegrini fu scavato un pozzo e all’acqua che ne sgorgò, detta da allora Acqua di Fatima, si attribuiscono moltissime guarigioni.
E’ utilizzata prima delle altre acque perché ne agevola l’assorbimento, ricezione e comprensione, aumenta la loro efficacia. Entra in risonanza con le frequenze della luce con prevalenza B-F, energia magnetico-polarizzata, lavora  sulla sottocorteccia e raccorda le strutture corticali e periferiche.

Energia prevalente: yang
Unità Bovis: circa 15.000 
Livello dell’aura:
 7° corpo emotivo
Chakra:
Meridiani principali MTC: milza-pancreas
Analogia con i fiori di Bach: Willow

Indicazioni emotive e mentali. L’Acqua di Fatima lavora sulla sottocorteccia cerebrale quella parte del cervello che presiede alle funzioni di collegamento tra il sistema nervoso centrale e e parti periferiche del corpo. L’acqua di Fatima esalta la sensazione di sentirsi a proprio agio o a disagio, fornisce maggiore fiducia e comprensione delle situazioni di vita. Rende più tranquilli e soddisfatti. Agisce contro tristezza, delusione e tendenza al vittimismo, aiuta ad avvicinarsi al mondo spirituale.

Indicazioni fisiche. Regola le funzioni endocrine e surrenaliche, rafforza il sistema immunitario, disturbi di stomaco e di milza-pancreas.

Utilizzi particolari. nebulizzata o direttamente alcune gocce spandendole un po’ può favorire le doti sensitive: ad esempio durante meditazione. visualizzazioni, radiestesia. medianità e simili. In alcune persone. per lo stesso scopo, può essere utile applicarla anche sul 3° chakra (anteriore o posteriore, o tutti e due). Naturalmente possono servire almeno 3-4 applicazioni consecutive prima di intraprendere la pratica sensitiva.

a cura di
Carla Crescini,
Operatrice IRECA
Appassionata degli effetti salutari delle Acque di Luce

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi