19 Gennaio 2019

Aromaterapia, bevanda alla rosa

Aromaterapia, bevanda alla rosa

bevanda

Bevanda indiana alla rosa 
1/2 litro di acqua 
300 grammi di zucchero 
1 goccia di olio di rosa damascena 
 
Per preparare la bevanda, portare l’acqua all’ebollizione, aggiungere lo zucchero lasciandone da parte un cucchiaio e farlo sciogliere completamente.
Aggiungere la rosa al cucchiaio di zucchero precedentemente messo da parte e aiutare la diluizione con un po’ dello sciroppo ancora caldo. Lasciare raffreddare e poi unire la soluzione e zucchero allo sciroppo. Si serve con ghiaccio
Bevanda rinfrescante alla rosa (ottima d’estate) 
1 goccia di olio di rosa in circa 4 litri di acqua (meglio se sorgiva). 
 
Mescolare molto bene, poi prendere una goccia di quel liquido e aggiungerla ad altri 4 litri di acqua fresca. La rosa, nei dosaggi consigliati, può essere assunta oralmente. È in via di “sperimentazione” l’assunzione a mezzo le Microdosi di Martinez.Vi terremo informati nei prossimi numeri e durante i corsi.
 
Acqua e miele al profumo di Rosa 
Dalla distillazione delle piante aromatiche oltre agli oli vengono prodotti gli idrolati (o acque aromatiche). Sono ovviamente analcoliche, contengono olio essenziale fino all’1%. Ciò le rende estremamente delicate ma utilissime per ogni tipo di pelle, anche molto sensibili.
L’acqua aromatica di rosa damascena è un ottimo rinfrescante, equilibrante, tonificante, lenitivo, purificante. Può essere usata come detergente per il viso anche per i piccoli, come dopobarba, come base per la preparazione di profumi naturali. Alla stessa famiglia della rosa canina appartiene la rosa gallica (rosa rossa) e la centifolia (rosa pallida).
Erano anticamente usate come astringenti e antinfiammatori, ancora oggi è molto usato il miele rosato durante la dentizione della prima infanzia. A questo proposito, vi consigliamo una semplice ricetta per prepararlo in casa.
 
Ingredienti: 20 parti di miele depurato, 4 parti di petali di rosa, acqua bollente. Preparare l’infuso con i petali. Farlo macerare per 24 ore quindi filtrare, aggiungere il miele e farlo addensare per bagnomaria. L’infuso di petali e successiva macerazione può essere usato come acqua di rose.

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi