22 Giugno 2024

Classificazione degli Oli Essenziali

CLASSIFICAZIONE DEGLI OLI ESSENZIALI 
A seconda del grado di volatilità, ovvero della persistenza del proprio aroma.
La volatilità determina infatti uno sviluppo temporale del profumo; le note di testa sono le prime ad essere percepite ma anche le prime a volatilizzarsi, seguono le note di cuore ed infine, dopo alcune ore, quelle di base.
la classificazione degli oli essenziali avviene in tre famiglie, e più precisamente:
  • note di Testa
  • note di Cuore
  • note di Base

Questa distinzione serve per creare una profumazione finale armoniosa, che contenga una fragranza per ognuna di queste tre categorie.

Gli oli con note di Testa sono i più volatili, sono dinamici, attivi estroversi, con vibrazioni alte e fresche, agiscono a livello spirituale ed eterico.  Schiariscono la mente, rinfrescano, tirano su.
Tra questi annoveriamo: Arancio, Bergamotto, Eucalipto, Limone, Menta ecc.

Gli oli con note di Cuore sono mediamente volatili,intensi, armonizzanti, sensuali, agiscono sul piano emozionale.
Tra questi annoveriamo: Camomilla, Gelsomino, Lavanda, Neroli, Rosa ecc
Attivi sul cuore, ottimi per la pelle.
Gli oli con note di Base sono poco volatili, agiscono sul piano corporeo con una vibrazione più profonda; sono calmanti stabilizzanti, balsamici con un aroma forte e permanente
Benefici per i polmoni, rivitalizzano e purificano l’aria, esaltano il lato terreno.
Tra questi annoveriamo: Cannella, Cipresso, Pino, Sandalo ecc.

Related posts