22 Giugno 2024

Oli essenziali – Tecniche di Estrazione

OLI ESSENZIALI – TECNICHE DI ESTRAZIONE 
tecniche di estrazione
Aromaterapia

La storia dell’Aromaterapia segue, passo passo, quella del rapporto plurimillenario dell’uomo con le piante medicinali.

Molto presto l’uomo si rese conto che alcune di esse emanavano un profumo più intenso e cominciò, con mezzi rudimentali, a estrarre gli aromi e a usarli per massaggiare il corpo, per profumare gli ambienti o durante i riti religiosi. Era la nascita delle prime, rudimentali, tecniche di estrazione.
Empiricamente i nostri antenati scoprirono che molti di questi aromi avevano proprietà curative, difendevano dalle malattie infettive, e disinfettavano le ferite favorendone una rapida e sicura cicatrizzazione. Egizi, Cinesi, Greci, Romani e Arabi, in epoca più recente, sapevano utilizzare gli oli essenziali con grande maestria, sia per uso estetico che curativo.
Premitura a freddo
La tecnica di estrazione più antica è sicuramente, per la sua indubbia semplicità, la spremitura manuale.
Oggi è stata ovviamente sostituita da tecniche più moderne e rimane in uso solo per ricavare l’olio essenziale contenuto nella scorza degli agrumi, anche se l’operazione non viene più eseguita a mano, ma con apposite macchine in grado di estrarre contemporaneamente l’essenza dalla scorza e il succo dal frutto.
Ai giorni nostri le essenze sono presenti in molte formule dell’industria dei profumi e di quella cosmetica, della liquoristica e di quella alimentare, anche se purtroppo il progresso scientifico ha portato alle essenze di sintesi, molto meno pregiate ma di costo decisamente inferiore;
Distillazione in corrente di vapore
Questo è, attualmente il metodo industriale più usato per ottenere  a un livello di alta qualità  gli oli essenziali. La materia vegetale cede al vapore le sue sostanze volatili che dopo il processo di refrigerazione, si separano e vengono raccolte in goccioline, cioè gli oli essenziali.
Estrazione con solventi 
Un’altra tra le tecniche di estrazione, prevalentemente usato dall’industria cosmetica e da quella dei profumi, è quello che utilizza solventi volatili, in seguito a loro volta distillati. Poiché per il consumatore è pressoché impossibile accertarsi della qualità di un olio essenziale è bene affidarsi a fornitori che diano la massima garanzia di serietà.

Related posts