17 Agosto 2019

Olio essenziale di Niaouli

OLIO ESSENZIALE DI NIAOULI 
 Malaleuca viridiflora
Famiglia: Myrtaceae
nota di cuore
 Mix_Jolly_Aromaterapia
Il Niaouli originario dell’Australia, dove del resto è diffusamente coltivato anche oggi. In passato veniva utilizzato per depurare l’acqua. In Francia è conosciuto con il nome di Gomen, perché proveniva da Gomen, nelle Indie orientali.
Albero sempreverde con foglie lineari appuntite, fiori gialli che si riuniscono a formare un infiorescenza a spiga. Pianta originaria delle Indie orientali, predilige climi caldo-umidi.
L’olio essenziale: si ricava dal le foglie e dai rametti giovani con il metodo della distillazione in corrente di vapore e si ottiene un liquido giallo paglierino con un profumo intenso che ricorda quello della canfora.
Antispasmodico, antisettico, espettorante, vermifugo. L’olio essenziale di Niaouli è utile in caso di sinusite, bronchite, tosse (anche pertosse), per dolori reumatici e muscolari, per le infiammazioni delle vie urinarie. Quest’essenza pur presentando caratteristiche simili all’olio essenziale di Eucalipto o di Cajeput, è indicato per curare le malattie del l’apparato respiratorio dei bambini poiché risulta più delicato.

CONSIGLI PRATICI 

in 200 ml di olio di Mandorle dolci mettete 15 gocce di olio essenziale di Niaouli. Usate questa miscela per fare un massaggio sul petto, tre vol te al giorno, e coprite con un panno caldo di lana. Mettete poi alcune gocce di olio essenziale di Niaouli nel bruciatore per essenze o in un umidificatore predisposto per le essenze. Mettete nel loca le in cui riposa il malato.
in una bacinella di’acqua bollente mettete 12 gocce di olio essenziale di Niaouli. Coprite il capo con un asciugamano e inspirate, inter rompendo di tanto in tanto, finché l’acqua non sprigionerà più vapore
in 200 ml di acqua distillata mettete 10 – 12 gocce di olio essenziale di Niaouli. Fate im pacchi sulla parte interessata, quotidianamente, per almeno un quarto d’ora. Continuate finché non vedrete miglioramenti consistenti.
in 250 ml di olio di Mandorle dolci mettete 40 gocce di olio essenziale di Niaouli. Usate questa miscela per massaggiare le parti dolenti, due o tre volte al giorno. Se eseguite l’operazione prima di coricarvi, coprite la parte con un panno di lana.
su un batuffolo di ovatta bagnato mettete 2-3 gocce di olio essenziale di Niaouli. Applicatelo sulla puntura e tenetelo finché non si sarà attenuato il bruciore.

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi