05 Aprile 2020

Esercizi yoga per il Capricorno

Astrologia e Salute
Astrologia e Salute

Dall’analisi eseguita più sopra circa la personalità di voi del Capricorno, emerge chiaramente che è della massima importanza per la salute fisica e mentale di chi è nato sotto il Capricorno, evitare la depressione psichica e le preoccupazioni.

Infatti molte delle infermità che possono colpire il Capricorno trovano; diretta origine: o comunque un terreno favorevole negli stati ansiosi, anche se questi ultimi sono spesso conseguenza di influenze planetarie avverse.
Ne consegue che molte di queste malattie possono essere evitate, o almeno mitigate, mediante la trascendenza del proprio io. Ma come riuscirvi? Lo yoga è uno dei mezzi utilizzabili.
È un postulato ben saldo in campo astrologico che i soggetti, i cui destini sono collegati con il segno simboleggiato dal Capricorno, posseggono nel loro intimo una specie di cittadella spirituale che Teresa d’Avila ebbe a definire il « castello interiore ».
Ora, anche i più incalliti materialisti (e molti della costellazione del Capricorno lo sono) possono imparare a chiudere gli occhi per ritirarsi appunto nella loro cittadella, cioè nella « solitudine dello spirito ».
Coloro che per giungere a tale grado di isolamento e concentrazione hanno necessità di un aiuto potranno servirsi dell’utilissimo esercizio yoga che ora descriverò.
Dovranno però provare a eseguirlo almeno tre volte, prima di esprimere un giudizio circa la sua efficacia.
Esercizio yoga per il Capricorno:
Orario: dalle sette alle otto del mattino e dalle ventitré a mezzanotte.
Luogo: un locale tranquillo, ben aerato.
Durata: dieci minuti e più.
Tecnica: mettetevi a sedere con il busto ben eretto, su una sedia dallo schienale rigido e verticale, e cercate di raggiungere la massima tranquillità di spirito, mentre respirerete lentamente e ritmicamente in base a questa successione di tempi: aspirare per sette secondi; un secondo di sosta; espirare per gli altri sette secondi.
Ripetere il ciclo dieci volte o più.
Subito dopo, sempre restandovene seduti, appoggiate i gomiti su un cuscino o un guancialetto collocato di fronte a voi, su un tavolino o sopra una panca. A questo punto premete leggermente con i polpastrelli dei pollici sui piccoli lobi anteriori delle orecchie, fino a impedire la penetrazione di qualsiasi suono.
Chiudete gli occhi; appoggiate lievemente sulle palpebre la punta dell’indice e del medio e, contemporaneamente, comprimete l’una contro l’altra le labbra tra le restanti due dita (mignolo e anulare) di entrambe le mani.
Continuate a respirare normalmente attraverso le narici e cercate di concentrare l’attenzione sui suoni provenienti dall’interno, che verranno percepiti dal vostro apparato auditivo, il quale continuerà invece a restare privo della ricezione dall’esterno, a causa della pressione dei pollici.
Secondo gli esperti dello yoga, i suoni interni variano e si diversificano in funzione del grado di sviluppo spirituale. Per esempio, potrete avere la sensazione di udire un ronzio simile a quello prodotto da uno sciame di api, il tintinnare argentino di una catenella, rintocchi di campane, il fragore della risacca eccetera.
Dopo avere eseguito più volte l’esercizio, vi accorgerete che la vostra mente riuscirà a concentrarsi in modo sempre più completo su questi suoni interni, consentendovi di astrarvi e di dimenticare le altre sensazioni fisiche.
A poco a poco la vostra mente resterà libera per periodi sempre più prolungati, fino a che le ansie e i timori scompariranno per sempre.

Tratto dal libro “Astrologia e Salute di V. Garrison” – Longanesi

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi