20 Agosto 2019

Glossario segni zodiacali

Glossario segni zodiacali

Astrologia e Salute

ANGOLI: gli angoli di un oroscopo sono i quattro punti (corrispondenti alle cuspidi della Case 1a, 4 a 7a e 10a) denominati Medio Cielo (abbrev. M.C.), il Nadir (abbrev. I.C.), l’ascendente e il discendente.

ASCENDENTE: è il punto (espresso in gradi) dello zodiaco che si trova a oriente (cioè a est dell’orizzonte) al momento della nascita e in un dato luogo di nascita.
I segni zodiacali nei quali è compreso il punto dell’ascendente dicesi appunto segno ascendente o dell’ascendente.
ASPETTI: si dice aspetto la relativa e reciproca posizione di due pianeti, che risulta definita e determinata dall’angolo, espresso in gradi, che li separa: sono aspetti benefici il trigono (aspetto di 120°), il sestile (60°).
Gli aspetti malefici, detti anche sinistri o dissonanti, sono la semiquadratura (45°), la quadratura (90°), il sesquiquadrato (135°, detto anche Quinconce) e l’opposizione (180°).
BENEFICI: sono i pianeti Giove, Venere e Sole, detti così perché in linea di massima esercitano un’influenza benefica.
CADUTA: è in caduta un pianeta che può esercitare solamente un debole influsso perché collocato in un segno opposto o incompatibile con quello della sua esaltazione.
CASA (ovvero Campo): l’oroscopo, ossia il tema astrologico o di natività, è diviso in dodici uguali settori di trenta gradi ciascuno, che prendono appunto il nome di Case e sono considerate fisse rispetto all’orizzonte
CONGIUNZIONE: si definisce così una combinazione siderea che vede due pianeti collocati nello stesso segno zodiacale e non più lontani di un massimo di 6 gradi l’uno dall’altro.
CUSPIDE (o punta): in un tema natale è chiamata cuspide la linea che separa due Case. La cuspide della 1a Casa è l’ascendente; quella della 4a Casa il Nadir (o Imum Coeli) e quella della 10a il Medio Cielo (Medium Coeli).
DECADE: la terza parte di un segno zodiacale e quindi dieci gradi d’arco.
DECUBITO (tempo del): si indicava così, da parte degli antichi astro-medici, il momento esatto nel quale un soggetto, colpito da una malattia, era costretto a mettersi a letto. Il momento del decubito serviva per erigere un oroscopo relativo a un breve periodo di tempo, per mezzo del quale l’astrologo riusciva a determinare carattere, prognosi e conclusione di una determinata malattia.
Era anche usato per individuare i giorni critici dipendenti da aspetti lunari.
DETRIMENTO: pianeta opposto, come collocazione, al suo domicilio. Secondo alcuni autori un pianeta è in detrimento o «esilio» anche quando si trova collocato in un segno opposto a quello in cui sarebbe invece in esaltazione.
DIGNITÀ: è in dignità il pianeta che è collocato in domicilio, esaltazione e in un segno della stessa triplicità.
DIREZIONE: distanza in gradi tra un significatore e un promettitore. Si tratta di un calcolo basato su tale distanza per accertare l’epoca in cui avrà luogo un avvenimento.
DOMICILIO: posizione di un pianeta o di un Luminare le cui correnti vibratorie sono della stessa natura di quelle del segno in cui è collocato.
DOMINANTE: è la configurazione (o combinazione) planetaria che dall’analisi dell’oroscopo risulta dotata di maggior influsso ed energia.
ECLITTICA: percorso apparente annuale del Sole attorno alla Terra, durante il quale questo Luminare passa tra le costellazioni.
ESALTAZIONE: è la posizione di un pianeta in uno dei segni zodiacali, che gli consente di esercitare al massimo la sua influenza.
HYLEG: il pianeta che dona vita ed energia, situato tra i 5 gradi sull’orizzonte e i 25 gradi sotto.
LUMINARI: il Sole e la Luna.
NODI: sono due, ascendente e discendente della Luna.
OROSCOPO: è il tema, ossia lo schema astrologico, che rispecchia le configurazioni planetarie in un determinato momento; taluni astrologi lo chiamano anche carta, mappa, pianta ecc. Se riferito al momento di una nascita diventa: tema natale, oroscopo natale e così via.
PARALLELO: dicesi di due pianeti collocati a uguale distanza nel Medio Cielo, ovvero dotati della stessa declinazione.
PROGREDITO (progressato): detto dell’oroscopo sviluppato a partire dal tema radicale e in funzione della direzione e dei transiti dei pianeti, calcolando un grado per ogni anno, oppure tenendo conto di altri fattori convenuti in fatto di tempo o velocità.
PROMETTITORE: detto di un pianeta in relazione con un significatore: lascia supporre che un evento previsto avrà luogo (vedere Direzione) in un determinato tempo.
RETROGRADO: è il movimento di un pianeta in senso contrario a quello dei segni zodiacali. Gli astrologi della scuola tradizionale considerano indebolito il pianeta che segue un transito retrogrado, ma alcuni moderni autori contestano questa teoria. Essi fanno infatti rilevare che un pianeta in fase retrograda, poiché in effetti si fa più vicino alla Terra, dovrebbe vedere aumentato il proprio influsso.
SEGNO A ORIENTE: Vedere Ascendente.
SIGNIFICATORE: è il pianeta (o la combinazione di pianeti) che in un tema astrologico annunzia la probabilità di un determinato avvenimento (vedere Direzione).
TEMA DI NATIVITÀ: vedere Oroscopo.
TEMA RADICALE: è lo schema astrologico eretto sulla base delle combinazioni astrali esistenti al momento della nascita di un soggetto; o presenti in cielo in un qualsiasi altro momento, a partire dal quale si vuole ricavare e sviluppare un tema astrologico progressato.
TRANSITO: passaggio di un pianeta sui punti radicali ed essenziali del tema; ovvero sul posto o sulla longitudine di qualsiasi altro pianeta o di un significatore o della cuspide della Casa del tema.
TRIGONO: è l’aspetto di 120 gradi. È considerato il più perfetto e armonico di tutti perché dà luogo a un triangolo equilatero, simbolo di una trinità unificata.
TRIPLICITÀ: gruppi di tre segni zodiacali dello stesso elemento: fuoco, terra, aria, acqua.
ZODIACO: è l’immaginaria e convenzionale fascia (o cintura) che si estende attorno alla sfera celeste e che serve quale punto di riferimento per definire la posizione, i transiti e i percorsi dei pianeti e dei Luminari. È divisa in due parti uguali dall’eclittica solare (vedi Eclittica) ed è alta, o meglio larga quattordici gradi secondo alcuni autori; sedici o diciotto secondo altri.
Tutti i principali pianeti si muovono (apparentemente) nei limiti della fascia zodiacale, poiché la loro latitudine massima, nella sfera celeste, non supera gli otto gradi e mezzo. La zodiaco è diviso in dodici settori uguali (ciascuno di 30 gradi) denominati segni solari (o zodiacali).

Tratto dal libro “Astrologia e Salute di V. Garrison” – Longanesi

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi