12 Luglio 2020

Primo chakra

PRIMO CHAKRA 
  
primo chakra
Nome indiano: MULADHARA
Altri nomi: chakra basale, centro della radice o chakra della radice
Simbolo: loto rosso a quattro petali
Senso abbinato: Olfatto
Aroma collegato: cedro, chiodi di garofano
Elemento associato: terra
Collocazione: alla base della colonna vertebrale
Parti del corpo associate: ghiandole surrenali, colonna vertebrale, reni, vescica,  parte terminale dell’intestino
Il primo chakra è detto della base o della radice ed è quindi connesso con l’esistenza terrena a livello prettamente fisico e con l’olfatto. In particolare si relaziona con quel livello della coscienza che permette di sopravvivere nel mondo e, quindi, con tutto ciò che è materiale, solido, corporeo, nonché con l’energia fisica anche a livello quantitativo e con la voglia di vivere nel mondo fisico.
Più questo chakra è aperto, funzionante e vitale e più l’energia fisica sarà quantitativamente elevata e, quindi, sarà possibile essere ben radicati nella realtà, vivendo con determinazione e costanza la vita.
Per contro, è il chakra che si relaziona con tutte le paure legate alla sopravvivenza: dal cibo all’aria, all’acqua e, nella società attuale, alla mancanza di denaro, alla perdita del lavoro, alla possibile perdita di tutto ciò che potrebbe minacciare l’esistenza.
Il primo è il chakra dell’inizio della crescita e non è possibile evitare di esplorarlo a fondo, di accettarlo ed illuminarlo se si desidera iniziare, appunto, un cammino di crescita e di evoluzione spirituale.
tratto da Cristalloterapia a cura di Massimo Paltrinieri Ediz. The Book

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi