22 Giugno 2024

Cure naturali per i furetti

I furetti sono carnivori, come puzzole, martore, fame, lontre e tassi.
Mix_Jolly_Animali
Il loro carattere è gioviale, vivace, giocherellone, curioso, socievole, sono puliti e silenziosi. Il periodo che dedicano al dormire è particolarmente intenso.
I furetti possono convivere senza problemi con cani e gatti, purché egualmente di buon carattere, sebbene ci sia la possibilità di morsi reciproci. Invece è da escludere la convivenza con conigli e roditori, che facilmente sono visti come prede.
Costituiscono inoltre un pericolo per gli uccelli da compagnia. I furetti vivono mediamente 7-8 anni, anche se potenzialmente possono raggiungere gli 11 anni. Possiedono una vista molto scarsa, ma udito e olfatto molto sviluppati. La loro gabbia deve essere a prova di fuga, robusta e facilmente lavabile.
Il materiale migliore è l’acciaio; lo zinco non deve essere utilizzato perché è estremamente tossico. Nella gabbia devono trovare spazio una casetta che funga da tana e una vaschetta per i bisogni. Il fondo della gabbia può essere coperto di stracci.
Se la gabbia è tenuta fuori, occorre sistemarla in un luogo ombreggiato. Infatti, i furetti sopportano molto bene le temperature fredde, ma sono molto sensibili alle alte temperature e possono andare incontro a colpi di calore. La temperatura ideale è dil 5-21 °C. La maggior parte dei furetti può essere facilmente addestrata a utilizzare una vaschetta per fare i bisogni, come i galli. Pertanto possono essere lasciati liberi per casa, purché si tenga conto della loro capacità di infilarsi in spazi incredibilmente piccoli.
Alimentazione dei furetti 
I precisi fabbisogni alimentari dei furetti non sono ancora stati determinati, ma si ritiene che siano analoghi a quelli dei galli e dei visoni. In commercio si trova anche un alimento specifico per furetti. Non è consigliabile somministrare cibo umido in quanto crea problemi a denti e gengive. Occasionalmente si può dare qualche pezzetto di frutta, verdura, carne o pesce cotti, I piccoli in accrescimento devono fare pasti frequenti, perciò conviene lasciare il cibo sempre a disposizione. In genere un furetto mangia e beve ogni tre ore. Occorre lasciare sempre a disposizione acqua fresca e pulita. Risultano molto convenienti gli abbeveratoi a goccia, che non possono essere rovesciati o utilizzati come vasca da bagno.
Disturbi comuni dei furetti 
– Vomito: è generalmente provocato da ingestione di corpi estranei, ma può essere anche dato da una patologia allo stomaco; occorre contattare il veterinario di fiducia
Come rimedio di sostegno, è utile somministrare una presa di zenzero in polvere, da mettere sul cibo quotidiano; in alternativa, usare qualche pezzetto di radice ditarassaco
– Starnuti: a causa del carattere del furetto, così curioso che annusa tutto quello che trova, possono essere provocati da polveri. Non è da dimenticare che lo starnuto può essere il sintomo di un’infezione alle vie respiratorie. Sono utili i rimedi per la sinusite del gatto.
– Prurito: la presenza di parassiti, come le pulci, può essere una causa al continuo grattarsi. Anche la
secchezza della pelle è un sintomo da tener presente. Ricordatevi di non lavare spesso l’animaletto per togliere il suo tipico odore. Sono indicati i rimedi per le pulci del gatto.
– Perdita di pelo: tranne nel caso delle due classiche mute, primaverile e autunnale, del periodo in prossimità del parto, la perdita di pelo è causata dalla cattiva alimentazione o dalle malattie ormonali
È utile un’integrazione con lievito di birra: un cucchiaio sul cibo quotidiano
– Diarrea: molto spesso è causata dagli alimenti come il troppo latte o la troppa frutta. Se non cessa dopo un giorno contattate il veterinario di fiducia che lo visiterà
Come rimedio di sostegno, aggiungere un cucchiaino di semi di finocchio al cibo quotidiano.
tratto dai manuali di Riza –  Medicine naturali per gli Animali

Related posts