22 Giugno 2024

Stomatite del gatto

Stomatite del gatto
Curare gli Animali
Curare gli Animali
La stomatite del gatto è una forma di infiammazione più grave rispetto alla gengivite e interessa lingua, labbra, altri tessuti molli presenti all’interno e intorno alla bocca e gengive. La stomatite è estremamente dolorosa e molti gatti affetti da questa condizione presenteranno una diminuzione dell’appetito dovuta al dolore sperimentato. Nei casi gravi, è possibile l’insorgenza di gonfiore intorno agli occhi o a carico dei tessuti facciali circostanti la bocca.

La stomatite del gatto Può essere causata da un processo infettivo o infiammatorio locale oppure essere una condizione secondaria. Alcune delle cause includono:

Anomalie anatomiche, come il sovraffollamento dei denti o una posizione anormale del frenulo labiale, Disordini metabolici, Uremia (accumulo di scorie azotate nel sangue) e livelli elevati di ammoniaca nel sangue spesso associati a insufficienza renale, Vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni) associata a diabete mellito, Ipoparatiroidismo (endocrinopatia caratterizzata da un deficit di secrezione del paratormone da parte delle paratiroidi) che causa un ingrossamento di lingua e labbra, Malattia immunomediata (pemfigo foliaceo o volgare, pemfigoide bolloso o lupus eritematoso), Reazioni ai farmaci, Infezione batterica secondaria a lesioni orali preesistenti, Irritazione dei tessuti molli dovuta al tartaro, Infezioni fungine, Infezioni sistemiche o ematiche, Trauma, Corpi estranei, Ustioni chimiche, Lacerazioni, Piante tossiche.

Come riconoscere la Stomatite del gatto
La bocca appare molto arrossata e gonfia e si possono osservare chiazze che vanno incontro a ulcerazione.
Tali ulcerazioni presentano una superficie di color rosso vivo, molto dolente ai tatto e soggetta a un’infezione secondaria nei casi in cui la salivazione diventa purulenta.
Le cure naturali più efficaci per la Stomatite del gatto
Somministrare al gotto un’integrazione di vitamine del gruppo B (un cucchiaio di lievito di birra in polvere da spargere sul cibo) e mezzo cucchiaino di estratto secco di echinacea al giorno fino a guarigione completa.
tratto dai manuali di Riza –  Medicine naturali per gli Animali

Related posts