22 Giugno 2024

Toxoplasmosi del gatto

Uno dei fattori più incidenti per questa malattia è l’alimentazione; il gatto può infatti contrarre la toxoplasmosi ingerendo carni crude, oppure tramite le cisti presenti nelle sue prede più comuni, quali uccelli o roditori.

Curare gli Animali

Per questo normalmente sono vittime dell’infezione gatti randagi, e non gatti domestici abituati a carni cotte e bocconcini. Una volta infetto, il gatto espelle “oocisti” (forme larvali infestanti) nelle feci, le quali nel giro di qualche giorno possono divenire infettive per l’uomo e per l’animale.
Come riconoscere la Toxoplasmosi del gatto
In realtà i sintomi dell’infezione da toxoplasma nei gatti spesso non sono evidenti. Solo gatti particolarmente deboli o anziani possono presentare un aumento della temperatura corporea, depressionene del sensorio, mancanza di appetito. In alcuni rari casi, specialmente nei gatti immunodepressi (FIV, FeLV ecc.), contrarre latoxoplasmosi può portare a malattie più gravi.
Toxoplasmosi e gravidanza 
La toxoplasmosi del gatto diventa problematica per l’essere umano in presenza di donne in gravidanza, per le quali l’infezione può portare a complicazioni,
Per questo motivo sarebbe utile fare dei controlli preventivi sullo stato immunitario della donna incinta, all’inizio della gravidanza. La trasmissione è verificabile con l’amniocentesi. La frequenza di trasmissione della malattia al feto aumenta con l’aumentare delle fasi di gravidanza più è avanzata la gestazione, più la malattia è facilmente trasmessa.
È invece inverso il processo di gravità dell’infezione, infatti, più lo stadio della gravidanza è avanzato, minori sono i danni provocati dalla malattia, fino a una situazione pressoché asintomatica se l’infezione da toxoplasmosi si verifica dopo la nascita.
Per ridurre i rischi di contrarre la malattia, basta rispettare alcune norme igieniche, mantenendo pulito l’ambiente frequentato dal gatto.
È inoltre fondamentale curare l’alimentazione (lavare accuratamente i cibi provenienti dal giardino, cuocere bene le carni ecc.).
Le cure naturali più efficaci  per la Toxoplasmosi del gatto
È particolarmente efficace il rimedio omeopatico Silicea 200CH, somministrare una dose 2 volte al mese però mesi.
tratto dai manuali di Riza –  Medicine naturali per gli Animali

Related posts