26 Settembre 2022

Avena

Avena
(Avena sativa)
Ecco un cereale che meriterebbe una considerazione maggiore.

I chicchi di avena vengono destinati all’alimentazione umana o animale; le piante verdi sono spesso messe a fieno, immagazzinate nei silos e utilizzate come foraggio, mentre le piante essiccate costituiscono un ottimo materiale da lettiera per il bestiame. L’avena rappresenta un’importante coltura da rotazione nelle aziende agricole che dispongono di bestiame e di terreno arabile.

L’avena contiene antiossidanti che impediscono ai cibi grassi di irrancidire; per questa proprietà, viene generalmente usata come additivo di diversi cibi e nella produzione delle carte in cui si avvolgono gli alimenti.

Uno dei principali prodotti industriali ottenuti da questo cereale è il furfurolo, una sostanza chimica derivata dal tegumento della cariosside, utilizzata come solvente in alcuni processi di raffinazione industriale.

Inoltre, l’avena viene impiegata in distilleria per la produzione del whisky.

Il decotto di 300 gr di avena in un litro d’acqua è un ottimo ricostituente, rinfrescante, emolliente, utile nelle affezioni di petto, gola, nefrite, anemia e principalmente contro le emorroidi. Uso: da 1 a 3 tazzine al giorno.
La farina di avena costituisce un ottimo alimento per bambini, per la puerpere cui scarseggia il latte e per i malati di stomaco. Per combattere la stitichezza si fanno bollire un paio di cucchiai di avena in un pentolino d’acqua e se ne beve il decotto due volte al giorno a stomaco vuoto.
Oltre che essere consigliata ai diabetici, la farina di avena può essere mescolata con la farina di altri cercai i quali l’orzo e il frumento onde confezionare creme nutrienti particolarmente adatte ai bambini durante la fase di svezzamento.
In campo estetico la farina d’avena serve da base per maschere nutrienti della pelle.

Related posts