27 Maggio 2019

La Melissa

Melissa
(Melissa officinalis)
La melissa, o Cedronella, Erba Limona, Erba Sana, è una labiata che cresce frequente nelle zone mediterranee. La si rinviene lungo siepi, muri, argini e la si riconosce con una certa facilità perché è sufficiente, in caso di incertezza, strappare alcune foglie e strofinarle per avvertire il caratteristico profumo di limone che essa emana.
Questo profumo è dovuto ad un olio essenziale che la melissa contiene, olio che rende la pianta apprezzata sia in campo medicinale che aromatico, dove viene impiegata per confezionare liquori ed essenze.
Per uso farmaceutico si raccoglie la pianta prima della fioritura e si fa seccare in luogo ombroso e areato. Le proprietà della droga sono toniche, stomachiche e calmanti.
E’ indicata nelle malattie seguite da indebolimento e languore, nelle vertigini, nell’isterismo, nel mal di capo e in tutti i casi in cui il sistema nervoso ha bisogno di un calmante. Allo scopo si utilizza l’infuso: 2 cucchiaini di droga fatti sbollentare per un paio di minuti in un quarto d’acqua calda. Uso: 2 bicchieri al giorno.
La melissa può essere usata anche esternamente per frizioni e bagni contro i reumatismi. Per il bagno si lasciano riposare 100 gr di melissa in 3 litri d’acqua; il giorno successivo si fa bollire il tutto e si versa il decotto nell’acqua della vasca dove ci immergeremo 20 minuti per un bagno antireumatico e rilassante.
In cucina la melissa trova impiego come pianta aromatica nella preparazione di insalate di stagione e condimento di carni e pesce. Le foglie fresche di rnelissa, inoltre, conferiscono alle frittate un sapore particolare. molto gradito. Diamo infine le ricette di due liquori nei quali la melissa svolge una funzione primaria. Il primo un liquore celeberrimo, il Grand Chartreuse, il secondo un liquore casalingo, la Grappa alla melissa.
Grand Chartreuse, dosi per un litro circa: 10 gr di melissa fresca, 5 gr di isoppo  fresco, 3 gr di angelica, radice fresca. 1/2 gr di cannella, 1/2 gr di macis, 1/2 gr di semi di finocchio, 1 gr di coriandolo, un chiodo di garofano, 250 gr di zucchero, 500 gr di alcool a 95°, 300 gr di acqua distillata. Preparazione: dopo aver pestato le droghe in un mortaio di marmo mettetele in contenitore di vetro a macerare con alcool e lasciatevele per 14 giorni agitando 2 volte al giorno. Quindi preparate uno sciroppo sciogliendo a fiamma debole lo zucchero nell’acqua ed unitelo a freddo all’infusione alcolica. Fate riposare per qualche giorno, filtrate ed imbottigliate. Questo classico liquore è stato creato dai frati benedettini francesi dell’abbazia di Fécamp ed è conosciuto tradizionalmente come Liquore di Francia. Unisce al sapore gradevolissimo proprietà digestive.
Meno celebre e di più facile preparazione, invece, è la Grappa alla melissa. Dosi per un litro: alcuni rametti di melissa fresca, un litro di grappa secca, 5 cucchiai di miele. Preparazione: fate macerare per 20 giorni la melissa in 1/4 di grappa ed aggiungete quindi il resto della grappa nella quale avrete disciolto il miele a bagnomaria. Imbottigliate (la melissa può anche rimanere nella bottiglia) e prendetene un bicchierino prima di coricarvi.

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi