21 Settembre 2019

Cos’è un magnete

Cos’è un magnete
Cos'è un magnete
magnetoterapia
Proprio come il campo magnetico della Terra preserva la vita, la magnetoterapia preserva la salute e previene le malattie.  Christopher Hills. 
In alcuni scritti risalenti all’80 a.C. si parla della magnetite: si suppone che fosse estratta in Magnesia, una città dell’Asia Minore dalla quale prende il nome magnete.
Questo è quanto sostiene Lucrezio, ma Plinio il Vecchio la fa risalire a Magnes. Secondo la leggenda, molti secoli prima di Cristo un pastore, Magnes, stava passeggiando per le colline quando, con sua meraviglia e orrore, il suo bastone ricoperto di ferro si attacco a una roccia. Lottando contro la forza che proveniva dalla roccia magnetica cadde. Stupito e impaurito il ragazzo andò a casa e riferì la sua strana esperienza; le persone del villaggio andarono a vedere con i loro occhi la roccia con la proprietà magica di attrarre qualsiasi cosa fatta di ferro in pratica fu la scoperta del primo magnete. Non conoscendo la forza del magnete le persone del tempo pensarono che si trattasse di magia. La pietra magnetica che si trova in natura è principalmente composta da ferro e ossigeno con la formula molecolare Fe3O4. Anche se questa pietra si trova abbondantemente in natura, il magnete naturale non soddisfa le crescenti richieste della scienza e della tecnologia, perché non le si possono dare le forme desiderate e non se ne può modificare la potenza. Si è quindi cominciato a fabbricare magneti artificiali e oggigiorno è raro che si utilizzino magneti naturali. I magneti vengono preparati artificialmente in tre modi:
1 Si strofina un magnete su materiale magnetico in modo unidirezionale. Il risultato di questo ripetuto strofinamento è la magnetizzazione del materiale soggetto al trattamento, ma la sua potenza rimane debole.
2 Per ottenere una forza magnetica superiore si utilizza un metodo elettrico di magnetizzazione: si fa passare della corrente attraverso un filo metallico avvolto intorno a del materiale magnetico; il flusso della corrente elettrica rende magnetico il materiale, mentre diversi periodi di esposizione conferiscono potenze diverse.
3 Recentemente gli scienziati hanno progettato una macchina chiamata Magnetiser che carica istantaneamente il materiale magnetico, senza ricorrere a nessun filo metallico: questo è il terzo metodo ed è il più moderno.
Teoria molecolare 
Come è stato accennato, tutte le molecole che costituiscono un materiale magnetico non sono in realtà niente altro che piccolissimi magneti. Nel materiale non magnetizzato le molecole sono malallineate, cioè i poli uguali delle molecole non sono orientati nella stessa direzione, ma stanno tutti alla rinfusa. Il processo della magnetizzazione cambia le posizioni esistenti e fa dirigere il polo nord delle molecole verso un’estremità e il polo sud verso l’altra estremità: questo viene detto il giusto allineamento delle molecole. Inoltre la concentrazione di molecole allineate è massima alle due estremità, chiamate poli e minima nel mezzo.

tratto da “Magnetoterapia” di H.L.Bansal/R.S. Bansal

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi