22 Giugno 2024

Terapie farmacologiche per il mal di testa

Terapie farmacologiche per il mal di testa

Terapie farmacologiche
Mal di Testa

Per contrastare vari tipi di mal di testa sono disponibili terapie farmacologiche di vario tipo. Soltanto il medico può prescrivere il medicinale più indicato al proprio disturbo e dare una precisa indicazione sui dosaggi e i tempi di assunzione.

L’emicrania si può tenere sotto controllo con alcuni farmaci della famiglia dei triptani, definiti specifici perché mirati all’attacco: tali medicine sono in grado di risolvere sia il dolore, sia i sintomi che accompagnano le crisi, oltre a riuscire a diradarne la frequenza.
• Per attenuare il dolore si può fare ricorso anche ai normali analgesici, consigliati solamente quando l’emicrania si manifesta raramente e con attacchi di lieve intensità;
• la cefalea muscolo-tensiva non viene di norma affrontata con cure di tipo farmacologico, dal momento che il dolore è sopportabile; in quei casi in cui la sofferenza raggiunga livelli eccessivi si possono assumere gli analgesici da banco, in particolare gli antinfiammatori non steroidei (FANS), da utilizzare per brevi periodi di tempo. Una valida alternativa è rappresentata dai medicinali miorilassanti che aiutano a ridurre le contratture muscolari;
• per la cefalea a grappolo i farmaci vanno assunti sotto stretto controllo medico; tra quelli disponibili, l’antidolorifico più efficace è l’indometacina, un antinfiammatorio non steroideo. In alternativa, esistono anche alcune cure dette “di fondo” che agiscono sui meccanismi che provocano le crisi. Appartenenti a due categorie (ergot-derivati e triptani), questi farmaci contrastano la dilatazione dei vasi sanguigni e agiscono sui neurotrasmettitori cerebrali e in particolar modo sulla serotonina, che è tra le maggiori imputate anche in questa forma di cefalea.
Tratto da “I manuali del benessere” del Corriere della Sera

Related posts