20 Febbraio 2020

La vibrazione

La vibrazione è un’oscillazione che viene impressa dalla mano del massaggiatore sulla cute della persona massaggiata e che si trasmette poi a tutti tessuti sottostanti, compresi i muscoli più profondi. Si tratta di una manovra accessoria del massaggio classico che deve essere eseguita solo in casi specifici e per breve tempo, anche perché è faticosa da praticare.
Esecuzione
• La vibrazione si esegue con la mano posta di piatto sulla superficie da trattare, eseguendo piccoli, rapidissimi movimenti ritmici laterali, simili a quelli di un tremore;
• per rilassare un muscolo contratto, la mano deve essere poggiata in senso longitudinale rispetto alle sue fibre;
• in alternativa, se la parte da massaggiare è un arto, si possono imprimere i movimenti vibratori scuotendo le estremità (la mano o il piede);
• per essere efficace, la vibrazione deve essere eseguita con una frequenza molto alta, mentre l’intensità è invece variabile: va adattata in considerazione della sensibilità e della condizione del soggetto trattato.
Benefici  
• La vibrazione è una manovra che agisce profondamente sulle terminazioni nervose, producendo nella persona massaggiata un effetto sedativo e rilassante generale;
• aiuta a ridurre le contratture muscolari e calma l’ipereccitabilità;
• benefico in caso di aderenze e cicatrici, può essere utile per attenuare o prevenire le smagliature;
• se ne raccomanda l’applicazione, in particolare, sulle persone che hanno la tendenza a rimanere rigide e tese durante il massaggio.
Controindicazioni  
• Non praticate la manovra della vibrazione se i tessuti si presentano infiammati o irritati;
• se il tessuto cutaneo sul quale applicate la vibrazione è poco elastico, usate cautela per non superare i suoi limiti di estensibilità e causare dolore o microtraumi.
Da ricordare  
• Evitate di far scorrere la mano sulla pelle: a cute e il tessuto connettivo si spostano insieme alla palma e il movimento deve essere trasmesso agli strati più profondi;
• per rendere la manovra piacevole, mantenete un ritmo veloce, costante e regolare;
• non esercitate pressioni troppo profonde sui tessuti molli, come quelli addominali.
Vibrazione sulla schiena e su braccio  
Molto gradevole se concentrata sulla schiena, la vibrazione è in realtà piuttosto difficile da eseguire. Non proseguite il trattamento oltre i trenta secondi e comunque utilizzatela esclusivamente su persone giovani.
Vibrazione sulla schiena 1 
• Ponete una mano sulla zona sacrale, con le dita rivolte verso la testa;
• imprimete un movimento laterale e veloce per alcuni secondi: la cute deve restare unita alla mano e spostarsi lateralmente insieme a essa;
• tutto il corpo incomincerà a vibrare insieme alla mano; se eseguita correttamente e con un buon ritmo, questa manovra è molto piacevole.
Vibrazione sulla schiena 2
• Poggiate la mano sui muscoli paravertebrali (quelli posti ai lati della colonna vertebrale, a destra e a sinistra) con le dita rivolte verso la testa;
• imprimete il movimento di vibrazione per pochi secondi;
• ripetete dall’altra parte e provate a variare la pressione per spingere la stimolazione più o meno in profondità.
Vibrazione sulla schiena 3  
• Posate la mano sulla scapola ed eseguite la vibrazione: la scapola seguirà il movimento che imprimete con la vostra mano e a beneficiare della manovra saranno i muscoli a essa sottostanti.
Vibrazione sul braccio 1 
Ponete la palma di una mano sotto i muscoli del braccio e quella dell’altra sopra; con a mano che sta sopra eseguite il movimento vibratorio, che si trasmetterà anche alla spalla e alla mano.
Vibrazione sul braccio 2 
Afferrate le dita di una mano e stirate dolcemente il braccio; imprimete un movimento ritmico di scuotimento, che trasmetterà la vibrazione a tutti i muscoli del braccio, fino alla spalla. Ripetete gli esercizi sull’altro lato.
Vibrazione sulle gambe, sull’addome e sul viso  
Quando la vibrazione viene effettuata su queste aree, è necessario procedere con la massima delicatezza: non esercitate pressioni profonde e controllate che la persona massaggiata non provi una sensazione di fastidio o dolore.
Vibrazione sulla gamba 1 
• Poggiate la palma della mano sulla parte posteriore della coscia, con le dita rivolte verso il gluteo:
• praticate il movimento laterale di vibrazione
per rilassare i muscoli posteriori della coscia, sempre molto tesi, specie negli sportivi.
Vibrazione sulla gamba 2  
Ripetete lo stesso esercizio sul polpaccio: la vibrazione e tutte le manovre di rilassamento dei muscoli delle gambe saranno facilitati dalla presenza di un cuscino posto sotto le caviglie, che provoca una leggera flessione delle ginocchia e diminuisce la tensione muscolare.
Vibrazione sulla gamba 3  
• Ponete una mano sotto la caviglia e una sul tallone;
• mentre la mano posta sotto regge la gamba, quella a contatto con il tallone la scuote lateralmente, con un ritmo molto veloce. Ripetete gli esercizi sull’altra gamba. La manovra favorisce il rilassamento di tutti i muscoli della gamba ed è molto piacevole.
Vibrazione sull’addome  
La vibrazione eseguita con la palma della mano sull’addome provoca il rilassamento degli organi interni e può favorire la peristalsi intestinale.
La manovra non è gradita da tutti: ricordate che non dovete esercitare pressioni profonde.
Vibrazione sul viso  
La vibrazione deve essere eseguita sul viso con i polpastrelli delle dita. Imprimete un movimento molto breve e veloce sulle zone delle rughe della fronte, ai lati del naso e della bocca e sul mento.
Tratto da “I manuali del benessere” del Corriere della Sera a cura di Davide Sechi

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi