21 Settembre 2020

Massaggio della schiena

Piccoli acciacchi, contratture e dolori possono essere curati ed evitati sottoponendosi a un massaggio della schiena settimanale: è in questa zona, infatti, che si concentrano le tensioni dovute allo stress o a una scorretta attività fisica.
Benefici  
Artrosi, lombalgia, cervicalgia, sciatalgia, dolori e contratture muscolari delle spalle sono indicazioni specifiche del massaggio alla schiena, anche se è preferibile, nei casi gravi, chiedere consiglio al proprio medico curante. Il massaggio è inoltre, importante nel trattamento decontratturante e di recupero dell’atleta, ma trova applicazioni anche in estetica perché sulla schiena sono localizzate numerose aree riflessogene che attivano i processi di eliminazione dei depositi di grasso e delle scorie responsabili della cellulite.
Controindicazioni  
Evitate il massaggio nella fase acuta di patologie che interessano la schiena, nonché nelle infiammazioni muscolari e articolari.
Sfioramento  
• Partite molto dolcemente, utilizzando una sufficiente quantità di olio tiepido e dedicatevi per cinque minuti a stabilire un contatto sempre più profondo;
• muovendovi lentamente, disegnate con le mani tutte le variazioni dei cerchi che avete appreso; cercate di creare una sorta di danza con tutto il corpo impiegando manovre differenti e interessando tutte le zone della schiena, senza dimenticare collo, testa e braccia (mani comprese);
• gradualmente, instaurate un contatto più profondo utilizzando tutto l’avambraccio ed estendendo l’area fino al gomito.
Frizione  
• Senza interrompere il movimento, portate le mani sulla zona lombare e iniziate una frizione lenta e profonda con tutta la mano, fino alle spalle;
• avvolgete le spalle e tornate in basso, fino alla zona lombare, con una pressione più leggera: ripetete diverse volte, cercando di interessare tutta la schiena; e praticate una serie di frizioni parallele lungo la schiena, utilizzando i polpastrelli dei pollici: si formerà la tipica linea rossa di reazione lungo l’area di stimolazione; tornate in basso con la mano aperta e riprendete lo sfioramento profondo per alcuni minuti.
Impastamento  
Impastate la muscolatura paravertebrale, a destra e a sinistra della colonna, dai lombi fino alle spalle;
• ripetete l’impastamento sui fianchi, dal gluteo fino sotto le ascelle, e manipolate accuratamente tutti i muscoli delle spalle e del collo;
• intervallate le manovre di impastamento con sfioramenti lunghi e circolari o, se volete, con manovre veloci e superficiali di frizione che riscaldano la schiena;
• dedicatevi con premura alle braccia, sfiorando, frizionando e impastando dalle mani fino alle spalle;
• tornate spesso alla schiena e praticate manovre generali di sfioramento: se trovate una zona particolarmente tesa, contratta o dolente, applicate la vibrazione e scaldate con la frizione prima di impastare;
• completate il massaggio con alcuni minuti di sfioramento, via via sempre più dolce, lento e leggero.
Percussione
• Se volete, potete terminare il massaggio con la percussione dolce e ritmica eseguita con il mignolo, su tutta la muscolatura della schiena;
• coprite la persona e lasciatela in relax totale per 5-10 minuti. Sciacquatevi le mani al termine del massaggio.
Da ricordare
• Non abbiate fretta e non iniziate con le manovre più energiche;
• prestate ascolto ai messaggi del corpo: se sentite che la tensione aumenta significa che la tecnica applicata è troppo intensa o viene eseguita in modo scorretto;
• curate ogni dettaglio, dalla temperatura del locale alle luci, alla posizione corretta dei cuscini.
Tratto da “I manuali del benessere” del Corriere della Sera a cura di Davide Sechi

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi