07 Giugno 2023

Acetone

Acetone, acetonemia, vomito acetonemico, vomito ciclico o periodico con acetonemia*
Acetone, che cos’è
È la presenza nel sangue di acetone e di altri corpi cosiddetti chetonici che rappresentano la conseguenza di un’insufficiente utilizzazione e digestione dei grassi.
Acetone, come si presenta
L’ Acetone è caratterizzato, in particolare, da un vomito «a getto», che si manifesta senza essere prima preceduto da nausea o da conati.
È indipendente dai pasti. L’intervallo fra un vomito e l’altro può essere di ore, ma anche soltanto di pochi minuti. Durante la giornata un bambino può anche vomitare sino a 50 volte.
Un sintomo molto caratteristico è dato dall’odore del vomito che sa di frutta fradicia, leggermente acido.
Il bambino acetonemico presenta spesso un notevole grado di deperimento.
Come si cura l’ acetone 
Durante gli attacchi di vomito il bambino deve essere tenuto a letto, nel riposo più assoluto. Gli si potranno dare acqua zuccherata ghiacciata, latte diluito con acqua ghiacciata. Clisteri con acqua salata o bicarbonato all’ 1 per cento.
Nell’intervallo fra le crisi di vomito è molto importante controllare severamente l’alimentazione che dovrà consistere prevalentemente in un regime vegetariano con assoluta esclusione di grassi e uova.
Complicazioni 
Sono bambini che vanno controllati periodicamente perché possono successivamente presentare crisi di emicrania o manifestazioni nevrotiche.

tratto dalle guide pratiche per la domenica della Domenica del Corriere

Related posts