07 Agosto 2020

Perdita della parola

Perdita della parolaNella persona anziana è abbastanza frequente la comparsa di disturbi verbali o della scrittura, che rendono ancora pili difficile la sua possibilità di comunicare con gli altri.
Fra i difetti più comuni si hanno:
1) agrafia 
incapacità di scrivere in maniera comprensibile; è raramente isolata, ma spesso associata all’afasia;
2) afasia 
di cui si può distinguere una forma sensoriale, nella quale il paziente non sente e non vede la parola e un’afasia motoria in cui il paziente conosce il significato delle parole, ma produce soltanto suoni senza senso;
3) disartria 
difficoltà di articolazione della parola;
4) ecolalia 
necessità di ripetere immediatamente una frase che si è appena ascoltata;
5) palilalia 
ripetizione della stessa parola o frase.
Fra i disturbi della parola l’ afasia è quella che presenta i problemi maggiori anche perché può fare commettere gravi errori diagnostici facendo scambiare l’anziano afasico come un malato mentale mentre in genere le sue condizioni mentali sono del tutto normali.
È quindi di importanza fondamentale che i parenti conoscano queste alterazioni e cerchino di superare la difficoltà di comunicazione con pazienza e simpatia umana.
Non bisogna preoccuparsi se talvolta il paziente afasico appare agitato: é anche questa una conseguenza della sua incapacità di essere compreso.

tratto dalle guide pratiche per la domenica della Domenica del Corriere

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi