23 Agosto 2019

Dimagrire, la cura classica

Dimagrire, la cura classica
Se c’è un problema che preoccupa molto la gente al giorno d’oggi, è proprio quello dell’eccesso di peso.
I giornali femminili ne parlano tutte le settimane e ognuno ha il proprio metodo miracoloso per dimagrire senza sforzo, senza dieta, senza medicinali!…
Eppure le cose sono semplici, e basta conoscere alcune leggi biologiche di base ed applicarle per riuscire a controllare il proprio peso senza difficoltà.
Una dozzina di anni di esperienze in questo settore, ci hanno dimostrato che l’efficacia della cura per dimagrire comprendeva tre principi di meguale importanza, ma tutti e tre necessari:
una cura (meno importante);
l’attività fisica (molto più interessante);
una dieta (fondamentale).
Molta gente crede ancora che basti prendere qualche medicinale per dimagrire, e che così il problema sarà risolto per sempre. E’ un’idea falsa che deve assolutamente essere combattuta, per varie ragioni. Esistono vari tipi di cure “dimagranti”.
La cura classica 
Ricorre in particolare ai diuretici, agli anoressizzanti (i taglia-fame), agli estratti ormonali tiroidei, pancreatici o ipofisari, ai tranquillanti, ai medicinali che agiscono sui grassi, ecc.
Tutte queste sostanze hanno una sicura efficacia, ma devono essere proscritte per varie ragioni:
La prima è dovuta alloro effetti secondari a volte molto rilevanti.
Cosicché i diuretici, che fanno urinare più di quanto necessiti all’organismo, non curano affatto la “ritenzione d’acqua” lamentata dalle donne prima delle mestruazioni, ma hanno tendenza a diminuire il volume circolante, vale a dire a “prosciugare” l’organismo.
Ne deriva un aumento naturale della sete che fa riprendere tutto ciò che si era perduto aumentando forzatamente la diuresi.
Gli anoressizzanti, detti pudicamente “moderatori dell’appetito”, sono praticamente tutti a base di anfetamine, di cui ben si conosce l’effetto eccitante, ma che sono generatori di angoscia e di depressione di ritorno.
D’altra parte sono proibiti, come prodotti che danno “doping”  nella pratica dello sport.
Gli estratti ormonali sono pure pericolosi se male utilizzati, perché possono squilibrare uno o più sistemi ghiandolari, e la loro prescrizione deve essere riservata a degli specialisti (endocrinologi).
Quanto ai tranquillanti, vengono in genere prescritti per controbilanciare gli effetti delle anfetamine, ma possono provocare stati di sonnolenza incompatibili con una vita professionale attiva.
La seconda ragione, quasi più importante della prima, è che si deve avere a mente che la soluzione dei problemi di peso non passa mai attraverso una cura e in genere attraverso un intervento esterno.
Si deve assolutamente prendere coscienza che l’eccesso di peso è dovuto a errata alimentazione o cattiva igiene di vita.
Solo la cura delle cause avrà efficacia a lungo termine.
Infine, viene sempre il momento nel quale si è obbligati a non prendere più questi medicinali.
Quando il dimagrimento non è più favorito dalla loro azione, il recupero del peso è per lo meno rapido come la perdita.
Cosicché si vedono delle persone “a fisarmonica”, che dimagriscono e ingrassano continuamente, divenendo sempre più dipendenti dalla loro “cura dimagrante”.
É chiaro: questo procedimento non è quello buono.
Le capsule per dimagrire
Ve ne sono di due qualità:
Alcune sono a base di estratti di ananas, di gusci di fagioli, di piante varie conosciute per le loro virtù dimagranti… Hanno il vantaggio di non essere tossiche, ma hanno gli stessi inconvenienti dei trattamenti classici, vale a dire che i tre chili persi in tre giorni saranno ripresi n tre giorni.
Ritroviamo la fisarmonica e tutti gli inconvenienti che ne derivano, specialmente a livello della pelle.
Altre sono sinceramente perverse, perché contengono gli stessi medicinali potenzialmente pericolosi citati sopra (diuretici, anfetamine, estratti tiroidei, ecc…), ma scritti con il loro nome chimico, sconosciuto dal grosso pubblico, in modo che non si riconosca il medicinale di cui si tratta.
E’ un tradimento della fiducia, di cui i primi a soffrire sono i farmacisti onesti, che sono obbligati, per legge, a fabbricarli (a titolo di preparato magistrale).
Un secondo abuso consiste nell’integrare la formula con un medicinale omeopatico come SOLIDAGO 4 CH CHELIDONIUM COMPOSTO, il cui effetto è in questo caso nullo, ma che permette a chi lo prescrive poco scrupolosamente di affermare che si tratta di capsule “omeopatiche”!…
Si tratta di una truffa intellettuale (per lo meno) evidente, che conviene denunciare, come in effetti facciamo.
Dimagrire, le cure omeopatiche 
La cosa più importante da tenere in mente è la seguente: l’omeopatia non ha mai fatto dimagrire qualcuno forzatamente. Non esiste medicinale capace di far fondere i grassi, e ancora meno un “taglia fame omeopatico”.
Non aspettatevi quindi da questa terapeutica che vi prenda per mano e risolva il problema al vostro posto. Il procedimento omeopatico è realistico e responsabile: può aiutarvi, come la provvidenza, ma dovete prima di tutto aiutarvi da voi…
Tuttavia, è esatto che la nozione di terreno in questo settore è importante: vi sono persone che mangiano qualsiasi cosa senza mai ingrassare, e altre cui “tutto giova”, cosa che è una vera e propria ingiustizia.
E’ in questo senso che il medico omeopata può esservi utile, non cambiando il vostro terreno, che è di origine genetica, ma consentendogli di regolarizzarsi, di organizzare meglio i suoi metabolismi.
Questa azione è molto lenta, richiede cure di lunga durata e l’intervento di un medico omeopata competente.
Non troverete qui nessun schema terapeutico, diversamente dagli altri capitoli di quest’opera, e ciò nel vostro stesso interesse…

tratti dal libro “Manuale pratico di Omeopatia” di Ruggero Dujany edito da Red/Studio redazionale

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi