25 Giugno 2019

Il dolore

Il dolore è un sintomo sgradevole che conviene analizzare bene prima di curarlo. Il suo significato è quello di un sintomo di allarme, allo stesso modo di altri stimoli come la febbre, l’infiammazione, la tosse… ai quali è spesso associato.
A tale titolo, si può concludere che il dolore è qualcosa dì utile, perché indica una rottura di equilibrio o un cattivo funzionamento locale o generale. Ha per scopo quello di obbligare il soggetto che prova un dolore ad agire per farne cessare la causa.
In certi casi, il dolore è considerato come una fatalità, perché se ne conosce bene la causa, ci si cura, ma il dolore rimane finché il problema non è risolto (artrosi, trauma…). Perciò i medicinali sono utili per migliorare il confort del malato
Esistono numerosissime varietà di sintomi dolorosi e pertanto spesso sarà utile stabilire na classificazione e una qualificazione. Si potrà, per esempio, soffrire di dolori nevralgici, infiammatori, spastici per la classificazione, e di dolori urenti, lancinanti, gravativi, puntori, attanaglianti, torcenti (i meno strani), ecc., per la qualificazione.
Si capisce quindi che la maggior parte dei medicinali omeopatici siano implicati in un sintomo doloroso, e che saranno scelti a seconda della diagnosi e del modo reazionale proprio al malato. Benché sia impossibile farne uno studio completo, si può selezionarne qualcuno più specificatamente adatto al dolore in generale. E inteso che se questi medicinali non si dimostrano efficaci in tempi ragionevoli, sarà perfettamente legittimo ricorrere a medicinali classici la cui efficacia è costante a seconda della dose e i cui effetti secondari passano, in questo caso, in secondo piano.
Il dolore nevralgico
Sono l’espressione della sofferenza di una zona o di un organo, che si esprime con l’irritazione di una radice nervosa. Citiamo a titolo di esempio i dolori dentari, le sciatiche, i traumi, le nevralgie facciali o intercostali.
è già stato visto nei traumi, nel dolori dentari dopo l’estrazione… Questo medicinale corrisponde ai dolori neurologici che seguono il percorso del nervo, andando dalla periferia verso il centro, ossia verso la radice dell’arto, I dolori sono lancinanti, continui, aggravati dalla minima scossa. Prendere HYPERICUM 30 CH, 5 granuli ogni 2 ore. Spaziare a seconda del miglioramento.
è pure lui implicato nei dolori reumatici e neurologici, seguendo i percorsi nervosi, ma, inversamente al precedente, i dolori vanno dal centro verso la periferia (per esempio la sciatica). E’ anche un buon rimedio per la nevralgia facciale destra, con dolore all’occhio e all’orbita destri. Prendere KALMIA LATIFOLIA 15 CH, 5 granuli quattro volte al giorno.
è un medicinale utile per coloro che non sopportano il minimo dolore. Questi soggetti sono allora colpiti da tremori, da grida e da intensa agitazione fisica e nervosa con insonnia. Molto utile nei dolori dentari calmati dall’acqua fredda. Prendere COFFEA 15 CH, 5 granuli quattro volte al giorno fino a miglioramento.
è già stato visto a proposito della crescita dentaria nel lattante.
Può essere pure indicato per l’adulto ipersensibile, come C0F- FEA, ma il suo comportamento è diverso. Mentre il soggetto curato con COFFEA sarà triste e depresso, CHAMOMILLA sarà al contrario collerico, grossolano durante il dolore. Nel loro assieme le vibrazioni migliorano i sintomi (auto, passeggiata, televisione, radio…) così come il calore. Prendere CHAMOMILLA 1 5 CH, 5 granuli quattro volte al giorno, spaziando a seconda del miglioramento.
Il dolore spastico
Sono chiamati così i dolori accompagnati da spasmi, ossia da contrazioni di organi cavi (stomaco, intestino…) o di muscoli. Si parla anche di dolori “crampiformi” a causa della loro analogia con i crampi muscolari. Tutti questi dolori devono essere obbligatoriamente collegati a una diagnosi, onde evitare di trascurare una grave affezione. In caso di spasmi isolati (per esempio coliti), si potrà provare:
che abbiamo già visto nei crampi muscolari (vedi Traumi) è un medicinale di tutte le contrazioni violente a inizio e fine improvvisi, con sensazione di torsione dell’organo interessato. Prendere allora CUPRUM 9 CH, 5 granuli ogni 2 ore. Spaziare a seconda del miglioramento.
è pure un buon medicinale per il dolore spastico con una precisa modalità: migliora se il soggetto si piega su se stesso o si appoggia con forza sulla zona dolorante. In questo caso, prendere COLOCYNTHIS 9 CH, 5 granuli ogni ora, spaziando a seconda del miglioramento.
corrisponde al quadro inverso a quello precedente. I dolori spastici sono pure molto violenti, ma il soggetto avverte miglioramento se si piega all’indietro, o se si conca supino. Prendere allora DIOSCOREA 9 CH 5 granuli ogni 2 ore.
è il medicinale del primo stadio infiammatorio con febbre e spasmi nei numerosi territori. Labbiamo spesso incontrato nel corso di questo libro; ricordiamo che è indicato sulla nozione di spasmo molto localizzato (colica renale, colica epatica), di infiammazione a inizio improvviso, di ipersensibilità degli organi dei sensi. Prendere BELLADONNA 9 CH, 5 granuli ogni ora, spaziando molto presto a seconda del miglioramento.

tratti dal libro “Manuale pratico di Omeopatia” di Ruggero Dujany edito da Red/Studio redazionale

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi