25 Settembre 2020

Le prime cose da fare in caso di febbre

In caso di febbre non lasciarsi prendere dal panico, malgrado ciò che sta avvenendo. L’angoscia di una madre è perfettamente condivisa e probabilmente moltiplicata dal suo bambino. La calma e la padronanza di sé sono un elemento fondamentale della terapia; è anche un primo passo verso il successo.
Bere molto, caldo o freddo a seconda dei gusti, ma sempre un po’ più di quanto richieda la sensazione di sete del malato. Contrariamente a ciò che si pensa talvolta, la febbre non fa sudare ma consente al contrario di compensare le perdite, e aiuta ad evitare la disidratazione nel lattante.
Fare dei bagni un po’ più freddi della temperatura del corpo (nel bambino: 2 gradi meno di quanto segna il termometro; nell’adulto: temperatura del bagno, circa 30°) e rimanervi abbastanza a lungo perché lo scambio termico tra l’acqua e il corpo abbia il tempo di prodursi.
Un quarto d’ora pare il minimo, tanto più che, con il tempo, l’acqua tende a raffreddarsi da sé, cosa che è benefica.
In caso di febbre alta, nel bambino e nel lattante, può essere bene avvolgerlo con degli asciugamani bagnati, cambiati quanto è necessario, appena si sono scaldati.
Questa tecnica, che può sembrare barbarica, se non la si conosce, è perfettamente sopportata e ha dimostrato la sua efficacia in numerosi reparti ospedalieri di pediatria.
Occorre inoltre procurare una corretta areazione intorno al malato e non lasciarlo in una stanza surriscaldata.
La temperatura ottimale è quella gradita dal malato ed è circa di 20°.
Può essere utile installare degli umidificatori.
Nel contempo, si avrà cura di non coprirlo troppo e di lasciargli degli abiti larghi nei quali l’aria possa circolare liberamente.
Infine, si è visto sopra che il ricorrere ai medicinali è giustificato solo in certi casi ben precisi e che i loro effetti sarebbero solo “sintomatici”, ossia che agirebbero su un sintomo e non sulla malattia. Il loro uso è sconsigliato come prima soluzione.
tratti dal libro “Guida pratica all’Omeopatia” di B Berthier e J.J. Jouanni edito da Dangles – Musumeci

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi