08 Agosto 2020

Medorrhinum

Nell’adulto Medorrhinum sono caratteristiche le manifestazioni algiche cosiddette ‘reumatiche’, che in genere sono dovute a intossicazioni interne prodotte da germi annidati chissà dove.
Medorrhinum è evocato da due sintomi fondamentali:
grande mancanza di memoria; dimentica numeri, nomi, parole, perde il filo del discorso, non si ricorda i sintomi e preferisce essere interrogato dal medico
grande fretta; fa tutto in fretta fino a mancare di fiato. Il tempo passa troppo lentamente eppure e impazientissimo, teme di non finire in tempo.
Teme la responsabilità e tenta di scaricarla.
Medorrhinum rimanda continuamente ciò che deve fare, è il procrastinatore, è il bambino che non si decide mai a fare i compiti.
Medorrhinum è un paziente caldo, aggravato dal caldo, migliorato dall’umido il che è strano per un paziente “reumatico”. Il miglioramento al mare e totale, è come se guarisse di tutto.
I bambini dormono con il culetto in aria, hanno un odore ammoniacale su di loro e sono affetti da intertrigine dei genitali e delle pieghe glutee, perché l’urina è irritante. Sono bambini eternamente con il moccio al naso (vedi Kali bichromicum).
Dolore agli occhi, come dopo aver fissato a lungo, secrezione acquosa.
Durezza di udito.
Naso addormentato o sensazione di insetti che vi camminino.
Pallore del viso, acne, rigidità dei muscoli periboccali.
Denti seghettati, dolore in sede di denti già estratti.
Eruttazioni che sanno di rame.
Fame dopo il pasto. Desiderio di frutta verde e acida.
Quando si hanno disturbi gastro-intestinali piacere a giacere sull’addome.
Dall’ano esce un liquido fetido. Prurito molto intenso dell’ano (controllare se ci sono ossiuri).
Urine di odore forte che sembrano grasse. Enuresi notturna di gran quantità di urina di odore forte.
Uretrite cronica nel maschio con secrezioni gialle appiccicose.
Ulcere dolorose del collo uterino, infiammazioni croniche pelviche, ipertrofia uterina, subinvoluzione uterina.
Seno freddo e dolente.
Tosse e asma migliorate coricandosi bocconi. Asma migliorata giacendo bocconi e protrudendo la lingua.
Gli arti e le articolazioni sono sede di ogni sorta di algie “reumatiche”.
Il dolore al tallone è caratteristico.
Tutto passa andando ai mare.
Medorrhinum sta meglio la sera e di notte.

tratti dal libro “Manuale pratico di Omeopatia” di Ruggero Dujany edito da Red/Studio redazionale

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi