22 Settembre 2019

Praticare una buona radiestesia

La riuscita in radiestesia è dovuta allo studio e alla perseveranza. Spesso capita che l’interesse per le ricerche possa diminuire e la stanchezza può sopraggiungere.

Vi sono periodi in cui ci sentiamo più in forma, più disposti ed altri invece in cui manca la voglia di lavorare nello specifico campo. Quando sopraggiungono questi momenti è meglio lasciarli passare non impegnandoci nella pratica radiestesica.
Nella radiestesia esistono anche gli errori, eccone qualcuno:
un cattivo uso dello strumento  
 
la suggestione  
 
un errato orientamento mentale  
 
le rimanenze  
 
I primi due errori sono di carattere tecnico.
La suggestione è la facilità di influenze, per l’orientamento mentale l’operatore deve essere attento in modo attivo e passivo, chiarendo prima il problema da esaminare e divenendo poi indifferente ad esso.
Le rimanenze sono le radiazioni che impregnano gli oggetti e che possono ingannare lo strumento.

Tratto da Radiestesia come Manifestazione di JOLANDA PIETROBELLI

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi