25 Giugno 2019

Autotrattamento Reiki

È possibile effettuare un Autotrattamento Reiki donando quindi il reiki anche a se stessi. Chi si applica con costanza, dona il reiki a se stesso tutti i giorni, e soprattutto nei momenti in cui ne sente il bisogno. Prima d’iniziare l’autotrattamento, è bene preparare l’ambiente come è stato indicato più sopra:  soffondere le luci, eliminare i disturbi esterni quali telefono e campanello. L’autotrattamento si effettua in piedi, seduti o sdraiati; come nel caso del trattamento veloce, si adottano le posizioni utilizzate durante l’equilibratura dei chakra, mantenendo ogni posizione per tre minuti.
È questo un momento da dedicare unicamente a se stessi. Ciò non significa essere egoisti. Dedicare tempo e cure al proprio corpo, alla propriamente e al proprio spirito serve a stare meglio, ma anche a far stare meglio gli altri. Saremo infatti più disponibili e pazienti nei confronti del prossimo e, in caso di necessità, potremo più facilmente correre in suo soccorso donandogli il reiki.
Le posizioni dell’autotrattamento 
L’autotrattamento prevede sette posizioni, corrispondenti ai sette chakra principali, di cui segue infatti lo schema. Come sempre, si comincia con la centratura del cuore.
1. la sommità del capo 
Mettere entrambe le mani sulla parte sommitale della testa. Le punte sono rivolte verso la schiena e i mignoli si toccano.
autotrattamento posizione 1
2. gli occhi 
Spostare le mani sopra gli occhi. Le punte sono rivolte verso l’alto e i mignoli si toccano.
autotrattamento posizione 2
3. la gola 
Tenere il collo avvolto tra il pollice e le altre dita di una mano. L’altra mano è poco più sotto, nella stessa posizione.
autotrattamento posizione 3
4. il cuore 
Posare le mani sui cuore ma non sovrapporle: sta ranno una immediatamente a contatto dell’altra. Il pollice di quella soprastante e il mignolo di quella sottostante sono accostati.
autotrattamento posizione 4
5. il plesso solare 
Spostare una mano all’altezza del plesso solare e l’altra poco più sotto della prima.
autotrattamento posizione 5
6 il basso ventre 
Poggiare le mani all’altezza del pube, senza sovrapporle
autotrattamento posizione 6
7. l’inguine 
Posare le mani all’altezza dell’inguine, formando pone. una specie di “V”.
autotrattamento posizione 7
Mantenere ogni posizione per 3 minuti. Effettua re la chiusura e il ringraziamento.

tratto da “REIKI” di G. Lomazzi  ediz. Vallardi

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi