22 Marzo 2019

Trattare gli oggetti con il Reiki

È possibile trattare gli oggetti con il Reiki per ristabilirne l’equilibrio energetico. Un ottimo esempio è dato dai farmaci.
Tenere in mano brevemente le medicine può servire ad alleviarne gli effetti collaterali indesiderati e ad aumentarne l’efficacia.
Anche al cibo e alle bevande può essere trasmesso il reiki: in questo modo è possibile attenuare gli effetti nocivi provocati dall’eventuale uso di pesticidi o altre sostanze inquinanti. Gli alimenti potrebbero inoltre diventare più digeribili.
Un tipo di trattamento particolare è quello che coinvolge il nostro pianeta. I terapeuti che aderiscono a un’associazione di reiki – e qualsiasi terapeuta desideri farlo – inviano periodicamente il reiki alla Terra, con l’intenzione di sanare gli squilibri del nostro pianeta (squilibri creati purtroppo dall’uomo stesso, con l’inquinamento). Gli appuntamenti sono vari: si può scegliere di inviare il reiki la domenica alle ore 18 o il 1° gennaio alle ore 12, oppure il 31 dicembre (World Healing Day) e l’ul timo giorno di ogni mese alle ore 13. In questo modo, un’ondata di energia positiva investe contemporaneamente la Terra.
Alcuni trattano anche i cristalli con il reiki, affinché abbiano una maggiore carica energetica. Usano poi questi stessi cristalli durante i trattamenti di reiki per concentrare l’energia dove necessario e garantire, a loro modo di vedere, una migliore riuscita della terapia di guarigione. Questo punto di vista introduce un argomento molto dibattuto.

tratto da “REIKI” di G. Lomazzi  ediz. Vallardi

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi