22 Febbraio 2020

Colpo della strega

Tra le contratture la più famosa e frequente è senz’altro il famigerato “colpo della strega”, così chiamato perché quando colpisce si rimane col busto flesso in avanti, come le streghe si piegano – secondo la leggenda – quando cavalcano la propria scopa.
Questo attacco acuto di lombalgia può essere dovuto a diversi fattori: principalmente a un movimento anomalo, non fisiologico, che nella maggior parte dei casi si fa del tutto inconsapevolmente. In particolare, quando ci si piega in avanti ad alzare un peso in modo sbagliato, sottoponendo la colonna lombare a uno stress eccessivo.
Certamente uno stato infiammatorio preesistente, dovuto ad artrosi per esempio, non può che favorire movimenti non fisiologici, predisponendo a questa forma di contrattura.
In questi casi la cosa migliore da fare è applicare subito del ghiaccio sulla zona lombare per una decina di minuti, mettersi a riposo a letto e intraprendere questa cura: Arpago o artiglio del diavolo estratto fluido, 40 gocce 2 volte al dì; abbinare Ampelopsis weichtii, macerato glicerico, 20 gocce 3 volte al dì. In alternativa sono ottimi anche i rimedi omeopatici Rhus toxicodendron 7 CH, 5 granuli ogni ora fino a miglioramento.
Per ridurre la contrattura muscolare che ha causato il colpo delle strega è utile farci praticare un massaggio con olio essenziale di noce moscata, 1 goccia in un cucchiaio abbondante di olio vegetale. La noce moscata è dotata di attività antispastica, antinfiammatoria e analgesica, ed è l’ideale in situazioni come queste.
Se vogliamo fare una terapia che sia anche preventiva rispetto ad eventuali ricadute, non possiamo fare a meno di “analizzare” la personalità di chi va incontro a questo malanno. Non è un caso infatti che il colpo della strega si ripresenti quasi sempre nelle stesse persone, mentre altre ne sono del tutto “esentate”. Si tratta spesso di individui che, non sentendosi all’altezza di quanto li attende, preferiscono rinunciare a priori a mettersi in gioco. L’ipotesi di veder fallire quanto eventualmente intrapreso è infatti per loro la prospettiva peggiore.
Bloccandoli completamente, il colpo della strega ha il senso di salvaguardarli – in modo per loro inconsapevole, e quindi “moralmente” più accettabile – dal pericolo di intraprendere qualcosa di coinvolgente, in cui siano costretti a misurare le proprie effettive capacità.
Un valido aiuto a queste persone esigenti e fragili allo stesso tempo può venire dalla floriterapia: Larch, 4 gocce 4 volte al giorno per via sublinguale anche per qualche settimana dopo la fine dei sintomi.

Tratto dal libro “Mal di schiena” – RIZA

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi