17 Luglio 2019

Bagni di luce

I bagni di luce consistono nella combinazione dei raggi ultravioletti e dei raggi infrarossi.
Nella pratica oggigiorno si usa spesso la combinazione raggi ultravioletti-raggi infrarossi.
Distanza dall’apparecchio: da 80 cm. a 1 m. (proteggere gli occhi)  
 
Ciclo: da 8 a 12 sedute. Sedute giornaliere o a giorni alterni.
Tempo di applicazione dei bagni di luce: al 1° giorno 2 minuti. Aumentare nei giorni successivi, conforme la sensibilità, fino a raggiungere 8 minuti per seduta.
Indicazioni: postumi da traumi (immobilità post-gesso: contusione, distorsione). lombaggine, tendinite, periartrite scapolo omerale, sindrome spalla-mano, reumatismo muscolare acuto e cronico, malattie artrosiche, preparazione al massaggio.
Controindicazione: malattie infettive, malattie cardiocircolatorie, arteriosclerosi, forme tubercolari, marcata ipertensione o ipotensione, osteoporosi, tumori.

Tratto da “Terapia Fisica” di Erick Fussanegger – Casa di Cura San Marco

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi