27 Maggio 2019

La floriterapia di Bach

La Floriterapia di Bach è una vera e propria medicina olistica che agisce su tutti i livelli dell’essere: fisico, emozionale, mentale e spirituale. Il concetto di similitudine vibrazionale è alla base dell’azione dei fiori: secondo tale concezione, l’uomo è un microcosmo specchio del macrocosmo, di cui conserva le stesse leggi e le stesse energie.
Come nell’omeopatia dunque, non è la materia, la quantità ponderale ad agire, ma qualcosa di più sottile, fino ad oggi non misurabile con le strumentazioni di cui disponiamo: le essenze floreali esplicano la loro azione con una modalità vibrazionale, in virtù di una informazione energetica peculiare di ogni fiore, armonizzano le frequenze alterate del nostro campo energetico.
La Floriterapia di Bach prende il nome dal suo fondatore, Edward Bach, un medico di origine gallese nato nel 1886. Dopo una brillante carriera e una gravissima malattia, decise di abbandonare la medicina ufficiale e di dedicarsi allo studio di alcune specie floreali (non solo piante ma anche alberi) che sentiva potessero essere preziose per la salute psicofisica dell’uomo. Si ritirò in campagna dove nel corso degli anni scoprirà i vari rimedi in una meravigliosa sinergia di ragionamento ed intuito che lo porterà a restringere la sua ricerca solo al fiore scartando le altre parti della pianta, convinto che è lì che si concentra la forza vitale.
Bach giunse così ad individuare 38 rimedi, chiamati in seguito Fiori di Bach, preparati secondo un metodo semplice e naturale: l’ “energia” del fiore veniva estratta lasciando il bocciolo al sole nell’acqua per alcune ore, il liquido ottenuto era poi filtrato e diluito con brandy per conservarne inalterate le proprietà. Così si otteneva il cosiddetto Estratto Madre, da questo per successiva diluizione si otterrà l’Estratto di Riserva, quello che si acquista in farmacia.
Nella Floriterapia di Bach i rimedi sono stati classificati secondo 12 stati d’animo principali: paura, inquietudine, indecisione, indifferenza, scoraggiamento, debolezza, impazienza, orgoglio, disperazione, solitudine, stanchezza, preoccupazione. Si tratta dei cosiddetti 12 Guaritori: Mimulus, Impatiens, Clematis, Agrimony, Chicory, Vervain, Centaury, CeratoScleranthus, Water Violet, Gentian, Rock Rose.
a cura di Daria Fago (Naturopata)

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi