25 Giugno 2019

Il ritorno a casa

ritorno a casaIl nostro viaggio ha come meta il ritorno a casa, siamo coscienti che la nostra origine non è sulla terra. Il discepolo del Cammino attraversa la vita eretto e con passo sicuro, prima non sapeva, adesso sa, perché uomini esperti che hanno già fatto il cammino lo guidano. È necessario ascoltare la Guida e camminare nella via che Essa ci indica, altrimenti si procederà in modo incerto e alla cieca, invece di avanzare sicuri verso la meta. Non per questo si perde la  propria libertà. Chi cerca gli uomini della Conoscenza non busserà mai invano alla loro porta: sempre arriverà la guida di un Amico e non l’autoritarismo di un dominatore. Gli uomini che veramente sanno sono i più umili nella loro  straordinaria “semplicità” e appaiono ai più anonimi, lontani come sono dal desiderio di quello che gli uomini chiamano potere. Il ritorno a casa si percepisce attraverso le trasformazioni che avvertiamo dentro di noi, nella interiore percezione di una nuova dimensione spazio-temporale, ogni  olta che vagheggiamo la piena realizzazione del nostro “sé”, quando siamo ricolmi di fiducia e di speranza, orgogliosi del senso di libertà che ci appartiene, capaci di superare l’inesorabile condizionamento del senso degli opposti. Non più individui portati al puro piacere o avviliti dal distruttivo dolore ma esseri divini di splendente bellezza capaci di governare se stessi. Saremo consapevoli allora di quanto sia deludente appiattire e svilire le nostre esperienze terrene e mettere al bando la Divinità che ha reso questo mondo materia ribollente di vita. Immersi nella Presenza viviamo invece la nostra vita con passione, consegnando a ogni istante un significato infinitamente prezioso, a ogni singolo giorno un sogno divino, risuonante nel firmamento dei molti mondi. Saremo noi a decidere della nostra vita, a realizzare i nostri desideri, a essere colmi di gioia, a sentirci vivi nella pienezza di esistere. Qui e ora danziamo la vittoria della vita, la sacralità di cielo e terra e di tutto l’esistente in essi e al di là di essi.
 
Natale Finocchiaro 
Presidente della LQPI 

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi