15 Novembre 2019

Shodo

Shodo l’arte della calligrafia

Mentre in Occidente viene considerata un semplice esercizio di “bella grafia”, in Oriente la calligrafia è assimilabile alla pittura.
Lo sho, questo il termine giapponese per indicarla, è un’arte vera e per chi la pratica diventa un cammino di crescita spirituale (Do, in giapponese significa “Via, cammino”).
Lo shodo viene insegnato assieme alla pittura e si ritiene che le due arti vadano di pari passo. L’apprendimento avviene utilizzando gli stessi strumenti e rifacendosi ai medesimi principi.
Si impara a usare la calligrafia per trasmettere lo spirito delle parole rappresentate sul foglio, in modo che chi le osserva rimanga subito colpito dalla loro forza ed espressività.
Anche in questo campo l’importanza dello Zen è profonda.
Furono i monaci di questa dottrina a trasformare la calligrafia in una forma di meditazione, organizzandola in base a un rigido insieme di regole che vanno ben oltre il puro senso estetico.
Il senso dello shoa’o, infatti, arriva a coinvolgere lo spirito umano nella totalità della sua esistenza.

Tratto dal libro “Zen” – Key Book

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi