22 Giugno 2024

Stitichezza del cane

La stitichezza del cane può essere provocata da mancanza di acqua, ingestione di ossa, pietre ecc.
Curare gli Animali
Curare gli Animali
La maggior parte dei casi viene diagnosticata mediante un esame fisico e la raccolta della storia clinica dell’animale. Durante la valutazione dell’addome (mediante palpazione), quest’ultimo sarà probabilmente caratterizzato dalla presenza di un colon duro e dilatato.

Il veterinario potrà decidere di condurre un esame rettale per escludere eventuali stenosi rettali (restringimento dovuto ad un problema precedente), neoplasie, corpi estranei o altre anomalie.

In molti casi, verranno eseguite radiografie addominali per determinare l’entità della stitichezza e l’eventuale presenza di una occlusione.

Gli esami del sangue sono di utilità per verificare l’eventuale presenza di disidratazione o infezione.

Nei casi avanzati, una ecografia addominale può contribuire a identificare la causa della stitichezza sperimentata dal cane.

Prervenzione per la Stitichezza del cane

In base alla causa esatta della stitichezza, il veterinario può consigliare la somministrazione di una dieta terapeutica, l’aggiunta di integratori o farmaci al cibo o di ritornare in clinica per ulteriori esami o trattamenti.

Nella maggior parte dei cani, la stitichezza è direttamente correlata all’ingestione di un alimento o di un oggetto non familiare e ciò, in genere, non richiede un ulteriore intervento medico. Altri cani, invece, possono necessitare di un trattamento per tutta la vita al fine di preservare una normale motilità intestinale.

 Le cure naturali più efficaci per la Stitichezza del cane
Per due giorni, a meno che il cane non mostri altri sintomi (vomito, svogliatezza, dolorabilità addominale alla palpazione), dimezzare il cibo e non fare nient’altro.
In seguito, se ancora non si è risolto il problema, tenere il cane a digiuno e somministrare un cucchiaio di olio di vaselina due-tre volte al giorno.
Se l’intestino non si sblocca ancora, effettuare un clistere; se non ci sono risultati, chiamare il veterinario.
tratto dai manuali di Riza –  Medicine naturali per gli Animali

Related posts