05 Aprile 2020

Il metodo in quattro passi

Il metodo in quattro passi

metodo

La Comunicazione Consapevole e Non Violenta  insegna a comunicare in modo autentico, ed esprimere la propria forza, nel rispetto altrui e di noi stessi, senza essere aggressivi, superando anche la tendenza, in caso di malessere o disaccordo, a lasciare “le cose come stanno” per non ferire gli altri o per non essere feriti. Quando c’è un problema  aiuta a capire a cosa stiamo reagendo e quali sono i nostri sentimenti e bisogni e insegna come esprimere una richiesta negoziabile.
L’obiettivo non è costringere l’altro a fare ciò che vogliamo o pensiamo sia giusto, bensì è raggiungere la soluzione migliore per entrambi.Quando la nostra richiesta non è un ordine ma è la proposta di una soluzione possibile, saremo capaci di accettare la risposta dell’altro, qualsiasi essa sia, e permetteremo all’altro di esprimere con chiarezza i suoi sentimenti e bisogni e di farci a sua volta una richiesta che ci lasci la libertà di non essere d’accordo e di cercare insieme la soluzione migliore per entrambi.
E’ un modello semplice, un metodo in 4 passi grazie il quale osservo, sento, verifico di cosa ho bisogno, cosa mi manca per stare meglio e contemporaneamente, cosa osserva, sente, e di cosa ha bisogno l’altro.
OSSERVARE  I  FATTI SENZA VALUTARE 
Sviluppiamo la capacità di osservare e di descrivere in modo chiaro e neutro i fatti concreti che diminuiscono il nostro benessere, dando all’altro una informazione precisa di quanto sta succedendo.
Impariamo ad accorgerci che se c’è un malessere è perché è successo qualcosa, che stiamo reagendo a un evento o a una situazione che genera un’emozione.
IDENTIFICARE ED ESPRIMERE EMOZIONI E SENTIMENTI
come ci sentiamo in relazione a ciò che è successo e che abbiamo descritto? i fatti generano in noi delle sensazioni a cui sono collegati pensieri, emozioni e sentimenti, quali sono? Impariamo a fermarci e a chiederci “Cosa sento?”, invece di scatenare una reazione di contrattacco a qualcosa che ci ha fatto male. Invece di scaricare la rabbia e il malessere sull’altro mi fermo, mi ascolto e divento consapevole di cosa sta succedendo in me ed aumento la mia libertà di scelta.
RICONOSCERE LE NECESSITA’, I BISOGNI, I VALORI 
Se ho percepito un malessere è perché un mio bisogno, un valore importante per me sono stati frustrati, c’è qualcosa che è insoddisfatto. Le sensazioni, i pensieri, le emozioni sono segnali che  rivelano i nostri veri bisogni e ci aiutano a capire cosa ci serve, cosa è importante per noi, che direzione dare al nostro cammino di crescita.
ESPRIMERE RICHIESTE CHIARE E NEGOZIABILI   
a partire dalla consapevolezza dei nostri bisogni reali, impariamo a formulare delle richieste concrete, in modo efficace, empatico, rispettoso di noi stessi e degli altri. Impariamo a chiedere evitando di dare ordini, manipolare o cercare di obbligare  l’altro a fare quanto vogliamo. Impariamo ad esprimere una richiesta negoziabile e a cercare insieme all’altra persona una soluzione benefica per entrambi.

sezione a cura della Dottoressa Laura Talamoni

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi