05 Aprile 2020

Aneto

Aneto
(Anethum graveolens)
L’ aneto è una pianta aromatica dai piccoli fiori gialli riuniti in ombrelle. I frutti sono formati da due acheni di color giallo.

L’altezza di queste piante annuali (ma in alcuni casi anche biennali) varia da 0,2 a 1 m (massimo 1,5 m). La forma biologica è terofita scaposa, ossia sono piante che differiscono dalle altre forme biologiche poiché, essendo fondamentalmente annuali, superano la stagione avversa sotto forma di seme; sono inoltre munite di asse fiorale eretto e spesso privo di (o con poche) foglie. Tutta la pianta è glauca e aromatica ma con un odore sgradevole.

Le foglie, a disposizione spiralata, sono del tipo pinnato-composto (3 – 4 pennatosette) con segmenti filiformi, il contorno della lamina è più o meno romboidale; i segmenti basali sono più ovati, quelli dell’ultimo ordine sono capillari. I vari segmenti si presentano con una nervatura mediana. Il colore è glauco. La larghezza delle foglie è circa di 1 mm; in particolare i segmenti più esterni hanno le seguenti dimensioni: larghezza 0,5 mm; lunghezza 4 – 20 mm.

I frutti sono degli diacheni (composti da due mericarpi – ossia due acheni saldati lungo l’asse centrale) chiamati anche frutti secchi schizocarpici. Sono alati, derivati dalle ali dei due singoli frutti saldati insieme. Sono piccoli a forma ovale, appiattiti sul dorso e a coste preminenti, di colore bruno e con superficie liscia e glabra; una volta raggiunta la maturazione in agosto-settembre si scindono in due parti. Dimensione del frutto: 4 – 5 mm.

A scopo medicinale si utilizzano le sommità della pianta di Aneto, compresi i frutti. Oltre alle note proprietà aromatiche che valorizzano la pianta in cucina nella preparazione di sale e carni, l’ aneto, come molte ombrellifere, è apprezzato per le proprietà digestive e viene consigliato a chi soffre di flatulenze.
A questo scopo è sufficiente usarlo come condimento nelle pietanze per ottenere risultati desiderati. Dall’ aneto si ottiene un olio essenziale, l‘anetolo, impiegato come carminativo e vermifugo.

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi