Altrasalute

Yoga della Risata e scienza

Lo Yoga della Risata e scienza ufficiale 
 
Quando Madan Kataria, il creatore dello Yoga della Risata ha concepito questa potente tecnica di benessere per il corpo, la mente e lo spirito stava studiando dei testi di PNEI conosciuta anche come Psico-neuro-endocrino-immunologia.
La PNEI è quella branca della scienza medica che considera l’essere umano come un organismo nel quale corpo, mente e spirito sono un tutt’unico e si influenzano costantemente e reciprocamente, per dirlo in altre parole la PNEI è la visione Olistica dell’essere umano dal punto di vista scientifico e razionale.
Di seguito in modo molto sintetico i benefici che la medicina ufficiale ha già riconosciuto come prodotti dallo Yoga della risata.
Sotto il profilo neuro-biologico ed endocrino
1.     esercita e rilassa la muscolatura di tutto il corpo
2.     migliora le capacità respiratorie
3.     stimola la circolazione migliorando le funzionalità dell’endotelio
4.     migliora la funzionalità dell’apparato linfatico
5.     abbassa il livello di glucosio nel sangue (una delle cause del diabete)
6.     riduce la presenza nel sangue degli ormoni dello stress (cortisolo, noradrenalina, ecc)
7.     incrementa la produzione di serotonina, l’ormone della felicità
8.     aumenta le difese immunitarie
9.     aumenta la soglia di tolleranza del dolore
Sotto il profilo psicologico e relazionale
1. riduce la sensazione di stress, ansia, tensione
2. contrasta i  sintomi della depressione
3. migliora lo stato d’animo, l’autostima, il senso di energia
4. incrementa la memoria, il pensiero creativo e le capacità di soluzione dei problemi
5. migliora le relazioni interpersonali,
6. sviluppa lo spirito di condivisione
7. aumenta la socievolezza e lo spirito di solidarietà
8. rafforza il senso di appartenenza
9. promuove il ben-essere psicologico
10. eleva la qualità della vita nei paziente
11. aumenta l’allegria in modo contagioso
Exit mobile version

Warning: Illegal string offset 'text' in /home/customer/www/altrasalute.it/public_html/wp-content/plugins/complianz-gdpr/integrations/plugins/amp.php on line 129