19 Aprile 2019

Marcella Saponaro

Marcella Saponaro, laureata in medicina e chirurgia a Pisa, specialista in ginecologia, agopuntura e medicina psicosomatica, ha studiato e approfondito la Floriterapia di Bach e laGemmoterapia. Attualmente, oltre all’attività terapeutica, conduce corsi e seminari di medicina naturale presso l’Università Tor Vergata, la Scuola di Floriterapia di Riza Psicosomatica, laLife Quality Project International e diverse scuole di Naturopatia.
Marcella Saponaro, medico ginecologo, da molti anni unisce sinergicamente diverse tecniche apprese nel campo delle medici ne naturali e alternative per la cura dei disturbi ginecologici, mantenendo al centro del proprio lavoro clinico la floriterapia. Spesso, infatti, dietro ai disturbi ginecologici più comuni si nascondono profondi conflitti interiori, ecco perché, in un approccio terapeutico che voglia essere veramente olistico,
La floriterapia può costituire un supporto indispensabile oltre che naturale e privo di effetti collaterali. Il libro racchiude questa esperienza accumulata nell’attività terapeutica e nei corsi tenuti. Dopo una prima parte che descrive tutti i canoni della comunicazione non verbale e della programmazione neurolinguistica (postura, voce, fisionomica, sguardo, verbi utilizzati ecc.), il testo passa alla presentazione dei fiori di Bach al femminile e riuniti per gruppi tematici. Per ogni rimedio si descrive la somatizzazione più frequente, dando uno sguardo alle interpretazioni e ai simbolismi forniti dalla medicina psicosomatica. La seconda parte è invece legata agli aspetti terapeutici, fornisce tutti i consigli e le annotazioni cliniche risultato del lavoro con dotto con le pazienti, riportando molti esempi e casi cImici. Oltre che ai medici ginecologi che voglia no approfondire questo approccio alla materia, il testo risulterà utile anche a naturopati, medici, psicologi e floriterapeuti che vogliano acquisire maggiori strumenti per una diagnosi efficace.
Secondo la gemmoterapia i diversi disturbi di cui soffriamo sono causati dalla carenza di precise frequenze cromatiche: tali carenze possono essere eliminate con la somministrazione dei raggi cromatici racchiusi nelle pietre preziose e da esse estratti con un procedimento innovativo messo a punto in India dall’equipe del dr. Bhattacharya e poi sviluppato e sperimentato in Italia negli ultimi anni.

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi