02 Ottobre 2022

Conoscere il Reiki

Se volessimo conoscere il reiki e dare una definizione sintetica del reiki, ma comunque bella, potremmo semplicemente dire che si tratta di amore universale e di energia pura. Il reiki, è una tecnica di guarigione fisica e spirituale, si avvale per i suoi fini dell’energia che fluisce liberamente nell’universo, trasmettendola là dove, per i più svariati motivi, essa viene a mancare.
Come molte terapie orientali, anche il reiki parte dal presupposto che nell’universo scorra una corrente energetica che pervade tutto ciò che vi è presente; un’energia che assume vari nomi a seconda delle diverse culture (ki in Giappone, qi in Cina, prana in India e così via).
Sebbene il reiki non pensi all’essere umano come a un semplice meccanismo, l’organismo umano funziona in modo in un certo senso simile; così, gli scompensi energetici provocano le malattie, disturbi fisici che solo apparentemente sono tali, e che in realtà sono provocati da stress, preoccupazione, ansia…
Il reiki interviene per ristabilire i livelli energetici. Il terapeuta reiki agisce come un “canale” di scorrimento dell’energia universale, facendola fluire dentro di sé e trasferendola nel ricevente tramite la semplice imposizione delle mani sul  suo corpo. Perciò possiamo affermare che il reiki è una terapia naturale: si limita infatti a fare uso di ciò che è già presente in natura.
Il reiki non è un’arma da utilizzare contro i propri nemici. Abbiamo accennato al fatto che una persona può essere “canale” di reiki; ciò significa che essa è solo uno strumento di trasmissione dell’energia, che non può essere manipolata a proprio piacimento ma solo trasmessa al ricevente. Perciò non hanno senso pensieri negativi nei confronti di qualcuno. Non è così che funziona il reiki: un uso di questo genere sarebbe contraddittorio perché, come abbiamo detto all’inizio, il reiki è amore universale ed energia pura, e può essere impiegato solamente per aiutare gli altri. Chi volesse usarlo per danneggiarli, non otterrebbe alcun risultato, anzi perderebbe il suo tempo e coverebbe del rancore che finirebbe col farlo stare male.

tratto da “REIKI” di G. Lomazzi  ediz. Vallardi

Related posts