29 Novembre 2022

La caduta dei capelli

La caduta dei capelli
 Mix_Jolly_Capelli
La perdita quotidiana di una modesta quantità di capelli è considerata normale (secondo i dermatologi circa 100 al giorno) .
Nel corso della vita possono però verificarsi periodi di aumento della caduta dei capelli:
Gli esempi più classici sono l’età post-adolescenziale nell’uomo e il superamento dei 45 anni per entrambi i sessi.
In particolare, la caduta in fase telogen effluvium  è spesso collegata a uno stato psicofisico di tensione:
gli ormoni che si attivano nelle situazioni di stress provocano infatti una costrizione dei capillari sanguigni periferici con un minore afflusso di sangue e nutrimento ai bulbi dei capilliferi.
Se il problema che ha scatenato il disturbo si interrompe, di norma finisce anche il disturbo.
L’alopecia androgenetica, comunemente chiamata calvizie, è invece una vera e propria malattia.
Diffusa soprattutto tra gli uomini, è causata dall’azione esercitata dagli ormoni maschili (androgeni) sul bulbo pilifero.
Anche alcune donne sono colpite da questo disturbo: ciò avviene dopo la menopausa, cioè nel periodo in cui gli ormoni femminili perdono parte della loro capacità di difesa da quelli maschili presenti in minore quantità anche nell’organismo femminile.
In commercio esiste una gamma infinita di rimedi contro la caduta dei capelli ma è sempre e comunque consigliabile un uso soltanto a fronte del parere specifico del dermatologo.

sezione a cira della redazione di Altrasalute

Related posts