04 Dicembre 2020

Anatomia dell’ apparato digerente

Anatomia dell’ apparato digerente

Anatomia dell’ apparato digerente

L’ apparato digerente, di cui l’intestino è parte, è costituito da un insieme di organi che servono per assorbire gli alimenti che introduciamo.
Gli alimenti ingenti quotidianamente sono troppo complessi per essere direttamente assimilati senza subire cambiamenti.
All’apparato digerente spetta quindi il compito di trasformare il cibo in modo da essere assimilato, giungere al sangue e poi nutrire tutto il corpo.
La trasformazione e l’assimilazione avvengono attraverso processi meccanici e chimici che il cibo subisce passando attraverso vari organi: la bocca, l’esofago, lo stomaco, il fegato e il pancreas; il piccolo intestino (intestino tenue) e il grosso intestino (intestino crasso). 
La bocca  
E il luogo dove avviene la prima fase della digestione. li cibo qui subisce la prima scomposizione attraverso la masticazione e l’azione di alcune sostanze (enzimi), contenute nella saliva. Il cibo ridotto in una poltiglia detta bolo, dopo essere stato ingoiato, passa direttamente nell’esofago, un tubo che attraversa la cavità toracica, supera il diaframma ed entra direttamente nello stomaco.
Lo stomaco  
Qui la digestione prosegue attraverso l’elaborazione del bolo da parte dei succhi gastrici, che cominciano a ridurre le particelle di cibo in sostanze assorbibili e utilizzabili dall’organismo.
Nello stomaco l’enzima principale è la pepsina che trasforma le proteine in sostanze più semplici.
Al termine di questo processo che di solito dura alcune ore, il materiale ingerito è stato trasformato in chimo, una poltiglia biancastra.
Con le contrazioni dello stomaco il chimo passa attraverso un orifizio che si chiama pi/oroe giunge nell’intestino tenue.
L’intestino tenue  
E un tubo dal diametro di circa 3 centimetri e lungo di solito 7-9 metri.
Si suddivide in tre parti: il duodeno, il digiuno, l’ileo. Nel duodeno inizia la digestione del chimo, utilizzando anche i succhi che in questa sede arrivano dal fegato e dal pancreas.
Il fegato, la colecisti  
Il fegato secerne la bile, un liquido di colore giallastro che tra un pasto e l’altro si raccoglie nella colecisti.
Da qui, attraverso un apposito condotto, la bile giunge al duodeno.
La bile contribuisce a sciogliere i grassi, ne favorisce l’assorbimento e stimola i movimenti dell’intestino.
L’asportazione della colecisti però non modifica i processi digestivi.
Il pancreas  
Produce il succo pancreatico e contiene delle sostanze (enzimi) che servono per la digestione delle proteine e degli amidi (zuccheri complessi).
Il succo pancreatico aggredisce i grassi riducendoli in un miscuglio di glicerina e acidi grassi, affinché possano essere assorbiti dai villi intestinali che si trovano lungo il piccolo intestino.
Il chimo, dopo aver subìto questi processi di trasformazione, giunge negli altri tratti dell’intestino tenue, cioè il digiuno e l’ileo dove avviene l’assorbimento delle varie sostanze che ora sono pronte per essere assimilate dai villi intestinali.
I villi intestinali  
Sono delle minuscole sporgenze al cui interno scorrono piccoli vasi sanguigni (capillariche trasportano i nutrienti dapprima al fegato e poi ai vari organi. Il fegato ha così la funzione di filtro tra il tubo digerente e il sistema circolatorio diretto a tuffi gli organi. Infine, il cibo giunge in quello che viene chiamato intestino crasso.
L’ intestino crasso  
A sua volta è diviso in tre parti, cieco, colon e retto, che terminano all’esterno attraverso l’ultima parte che è l’ano. Qui vengono assorbiti l’acqua e i sali minerali da sostanze non più digeribili. Tutto ciò che non è stato trasformato e assimilato nel corso dei processi digestivi, diventa “feci” che vengono eliminate attraverso l’ano.
Le feci  
Sono composte soprattutto da fibre vegetali, da miliardi di batteri che sono presenti nell’intestino crasso, dalle cellule della parete intestinale che si rinnovano continuamente e da prodotti di degradazione e gas che determinano il loro caratteristico colore e odore.

tratto dai manuali di Riza –  Riequilibra l’ intestino

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi