25 Maggio 2019

Quinto Chakra Vishuddha

chakra quinto
Il suo significato principale è Purificazione del Mentale ed armonizzazione degli opposti.
viene rappresentato simbolicamente attraverso un fiore di loto a 16 petali di color porpora, viola o grigio scuro; il sedici è un numero sacro per gli indiani e rappresenta la totalità delle possibilità di espressione; a livello geometrico il suo simbolo è dato da un triangolo equilatero nel quale si trova inscritto un cerchio che è l’emblema dell’elemento ETERE
Situato all’altezza della gola Vishuddha presiede sia all’udito che alla parola pertanto gli organi fisici ad esso collegati sono l’orecchio e le corde vocali esso inoltre, sovrintende alla comunicazione, alla capacità di ascolto e di parola non che alla sincerità con cui vengono espresse le emozioni e le sensazioni. La sua associazione con il linguaggio non deve far dimenticare che Vishuddha non è solo il Chakra della parola espressa verbalmente ma anche quello dell’espressione  non verbale. Quando Kundalini non è riuscita a risalire fino al V chakra le capacità espressive e chiare dell’intelletto così come la logica della espressione personale viene perduta portando l’individuo a non esprimere in maniera chiara cristallina e precisa le proprie idee e i propri sentimenti; l’individuo diviene anche incapace  di sfogare le proprie tensioni psicologiche, stress e introversione.
Attivato, conferisce il potere di esprimersi e parlare in modo estremamente persuasivo e convincente. Quando la kundalini riesce ad attraversare questo centro risvegliandolo, l’uomo diventa autentico, pieno di dolcezza e di rispetto comunicando con gli altri; rifugge le   discussioni e le arguzie futili.
Lo scopo più importante che  Vishuddha in equilibrio permette di raggiungere è lo sviluppo dell’arte di essere estremamente diplomatici nelle situazioni difficili, impedendo all’uomo uno sviluppo ipertrofico dell’ego. Vishuddha  dona una voce dolce,  tatto nell’ avvicinarsi alla gente con considerazione, discernimento, compassione, generosità e amore. Questo modo di fare da’ un carisma personale e rende l’individuo magnetico. Tutto ciò che dice la persona va dritto al cuore dell’individuo e anche delle masse.
A livello individuale un V chakra ben in equilibrio consente una comunicazione con le parti inconsce che contengono le emozioni e le sensazioni che sono alla base del blocco energetico. Quando si è in grado di ascoltare la voce interiore si sa sempre dove andare e cosa fare in quanto, analiticamente parlando, nel nostro inconscio sono contenuti quei germi di vita e di potenzialità che se riconosciuti consentono lo sviluppo e l’armonizzazione del Se’.
Possiamo riprinistinare l’equilibrio del Vishuddha lavorando con massaggi da effettuare con oli essenziali quali: geranio o lavanda.
I cristalli che possiamo usare su questo Chakra sono quelli di tonalità blu/azzurra tipo: Agata bluAmazzonite, Acquamarina, Calcedonio, Fluorite, Opale, Pietra di luna, Perla, Topazio azzurro, Turchese.

A cura della Dott.ssa Marina Visvi

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi