29 Novembre 2022

Dulcamara

Il segno di Dulcamara è dato da affezioni che insorgono dopo esposizione al tempo umido, specie alla fine dell’estate e dell’autunno, e al freddo. Ha effetto sulla pelle, sulle ghiandole. le mucose e le articolazioni.
Dulcamara è utilissimo per coloro che lavorano in luoghi e ambienti umidi: seminterrati, fogne, lavanderie, risaie, navigatori o campeggiatori che dormono all’umido.
Confusione mentale, difficoltà a pensare. Nuca e collo freddi, pesanti, dolenti durante il tempo freddo o umido. Cefalea migliorata conversando.
Naso chiuso specie durante una pioggia fredda Desiderio di calore sul naso perché all’aria fredda si otturo.
Infiammazione degli occhi, del naso, delle orecchie nevralgia facciale per esposizione al freddo. La nevralgia può essere preceduta da sensazione di freddo sul viso e da fame insaziabile.
Diarrea dopo esposizione al freddo-umido nei periodi in cui il tempo caldissimo durante il giorno è seguito da notti glaciali.
Quando prende freddo deve urinare più spesso.
Dulcamara per amenorrea da freddo-umido.
Tosse e/o asma con molto catarro sempre per freddo umido.
Dopo aver passato un periodo all’umido e al freddo, rigidità e dolore lombare. Le gambe sono pesanti e sembrano paralitiche.
Nelle dita crampi, rigidità con impossibilità a muoverle. Le articolazioni sono dolenti, gonfie e rosse e sensibili al tatto.
Sulla pelle si possono osservare verruche larghe e lisce anche sul palmo, pruriti anche senza eruzioni aggravati dall’umido.
Tigna del cuoio capelluto.
Herpes Zoster, orticaria provocati o aggravati dal freddo umido.
L’indicazione dell’uso di Dulcamara è data dal fattore eziologico, ossia dalla causa scatenante o favorente;
– umido, freddo-umido
– ambiente umido
– raffreddandosi quando si e bagnati
– cambiamento del tempo dal caldo al freddo, più spesso in autunno.

tratti dal libro “Manuale pratico di Omeopatia” di Ruggero Dujany edito da Red/Studio redazionale

Related posts