29 Novembre 2022

Inappetenza

Si definisce inappetenza una mancanza di appetito che può essere abituale o transitoria. L’inappetenza può essere determinata da diverse cause, ed è il primo sintomo che si manifesta come per esempio in caso di malattie infettive, stati febbrili, stress psico-fisici intensi e disturbi del tratto gastrointestinale.
È poi anche un segnale molto importante in tutte le affezioni dell’apparato digerente, nelle malattie del fegato, nelle intossicazioni (tipica è l’inappetenza degli alcolisti e dei forti fumatori), nelle anemie, in alcune malattie che coinvolgono le ghiandole endocrine (insufficienza della tiroide, insufficienza surrenale).
Una causa molto importante dell’inappetenza è infine quella costituita dalle condizioni nervose del paziente: nevrotici, psicastenici e melanconici sono spesso vittime dell’assenza dello stimolo dell’appetito.
Per contrastare l’inappetenza ci si può anche affidare a rimedi naturali. L’eleuterococco è una pianta in grado di contrastare l’inappetenza dovuta a stress e/o malattia.
La pappa reale agisce come stimolante ed energizzante.
Il tarassaco può aiutare a stimolare l’appetito se assunto prima dei pasti.
Il finocchio è indicato quando l’inappetenza è dovuta a un turbamento emotivo. Anche l’aggiunta di cannella al cibo incrementa l’appetito.
Tra i trucchi per aumentare l’appetito, possiamo anche ricorrere alla suddivisione del cibo in 5 piccoli pasti quotidiani, anziché farne tre grandi. Il tutto coadiuvato da una regolare attività fisica. Praticare uno sport che ci mantenga attivi, senza comunque esagerare, è sempre e comunque buona cosa.
tratto dalla biblioteca pratica di Amica

Related posts