23 Agosto 2019

Gli shock emozionali

Con shock emozionali si indicano tutti i traumi psichici che possono insorgere in un soggetto in buona salute e che provengono dal suo ambiente: lutto improvviso, licenziamento, incidente d’auto, paura intensa… Lì ancora, non si tratta di sostituire il ruolo indispensabile del medico curante, ma di far fronte subito a una situazione eccezionale.
Shock emozionali, i rimedi omeopatici
I postumi di un trauma provocano dei sintomi che sono vicini a quelli del trac: se i sintomi sono gli stessi, ossia se il modo di reazione del soggetto è identico, saranno indicati gli stessi medicinali.
E’ così che troviamo spesso in queste circostanze l’indicazione di GELSEMIUM, di IGNATIA con il loro quadro clinico particolare. La posologia, in questo caso, sarà la stessa che nel trac. Si potrà trovare inoltre l’indicazione di:
che è indicato per i soggetti che hanno subito un grave shock morale che ha provocato in loro una completa prostrazione con indifferenza a ciò che gli sta intorno, intenso affaticamento, sonnolenza di giorno ma insonnia di notte. La loro attività intellettuale è rallentata, hanno dei vuoti di memoria. Dare in questo caso PHOSPHORICUM ACID 1 5 CH, 5 granuli due volte al giorno al risveglio e nel coricarsi.
è assai vicino al precedente perché instupidisce e provoca un rallentamento intellettuale. Tuttavia se ne distingue per un aumento dell’acuità uditiva e una diminuzione della sensibilità al dolore. E’ indicato in tutti i postumi dei gravi shock affettivi. Prendere OPIUM 1 5 CH, 5 granuli una volta al giorno.
corrisponde, dopo lo stesso tipo di causa, ai malati che hanno tendenza a richiudersi in sé e ad avere le idee nere. Questo pessimismo esagerato è accompagnato da pianti e da sospiri inframmezzati ad aggressività nei confronti di chi sta intorno a loro. Prendere SEPIA 15 CH, 5 granuli al giorno aspettando il parere del medico omeopata.
è il medicinale di tutti gli indignati, i respinti, di tutti coloro che non hanno la possibilità di dare libero sfogo alla loro rabbia e sono obbligati a tenerla dentro. Questo è il rimedio della vessazione, del “digerire il rospo”. Esempio: l’impiegato rimproverato ingiustamente che non può rispondere al capo, o il bambino punito a torto. Questa rabbia rientrata si manifesterà con tremiti, con dolori vari (allo stomaco), talvolta con bruciori urinari o altre manifestazioni psicosomatiche. Prendere in questo caso STAPHYSAGRIA 1 5 CH, 5 granuli prima di coricarsi.

tratti dal libro “Manuale pratico di Omeopatia” di Ruggero Dujany edito da Red/Studio redazionale

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi