18 Febbraio 2020

La sinusite

Spesso si confondono il raffreddore e la sinusite. La definizione di una sinusite è precisa: è una infiammazione della mucosa (tessuto di rivestimento) dei seni paranasali, per lo più in relazione a un’infezione.
Clinicamente, il soggetto colpito da sinusite presenta:
  • dolori intensi alla regione frontale o mascellare;
  • scolo nasale più o meno purulento (o arresto dello scolo, cosa che è ancora più dolorosa);
  • segni generali di infezione: febbre, sudori, compromissione dello stato generale. mal di testa…
La sinusite può essere in relazione con un’affezione dentaria (sinusite mascellare) che occorrerà in questo caso far sempre controllare. Può essere la causa di infezioni a distanza, in particolare cardiache; per tale motivo è importante diagnosticarla e curarla correttamente.
In genere la sua evoluzione è lunga e richiede per lo più il ricorso al medico. Ma, nell’attesa…
Le cose da fare 
Applicare delle compresse calde sulla parte dolorante (guanto bagnato con acqua molto calda) onde facilitare il drenaggio.
Consultate il dentista perché verifichi lo stato dei vostri denti e accerti eventuali carie, a volte servendosi di radiografie dell’assieme dei denti.
In caso di recidiva, far praticare delle radiografie dei seni prescritte dal vostro medico, onde accertare il loro stato e l’eventuale presenza di un livello liquido (raccolta purulenta).
Le cose da non fare 
Inalazioni con qualsiasi cosa
anche solo allo scopo di recare un po’ di calore umido.
Precipitarsi sugli antibiotici
che pure paiono ben indicati, ma i cui inconvenienti sono superiori ai vantaggi se li si prende come prima terapia:
1. Azione molto lenta, per il fatto che i seni sono male irrorati e che gli antibiotici sono veicolati per mezzo della circolazione. Gran parte delle dosi ingerite non giunge a destinazione. Per tale motivo, spesso vengono associati dei medicinali a base di cortisone che hanno un potente ruolo antiinflammatorio.
2. Effetti secondari numerosi, per il fatto delle dosi necessarie e del tempo, obbligatoriamente lungo, della cura (da 10 a 15 giorni): affaticamento generale, nausee, tendenza alle diarree, ecc.
Non verranno prescritti che nei casi che si trascinano, nei quali le difese dell’organismo sono impotenti.
Come per i raffreddori, i medicinali omeopatici saranno scelti in funzione delle caratteristiche o dei cambiamenti delle caratteristiche dello scolo.
Se ne troverà un certo numero in comune, cosa che si spiega molto bene per il fatto che una sostanza che ha un’azione su una regione anatomica può dare dei quadri cImici simili, qualunque ne sia la diagnosi.
In omeopatia, vi sono sempre diversi medicinali possibili per una stessa diagnosi e varie diagnosi possibili per uno stesso medicinale…
I rimedi omeopatici per la sinusite quando non vi è scolo 
I dolori sono allora al massimo, perché i seni sono “bloccati”: è l’indicazione classica del cortisone. Tuttavia si può evitarlo prendendo subito, e se necessario ricominciando ogni 6 ore circa, una dose di LACHESIS  5 CH.
Questo medicinale ha lo scopo di sbloccare la situazione e di permettere la ripresa dello scolo, quindi di migliorare notevolmente il confort del malato. Non pretende di avere un’azione sulla sinusite in sé, e pertanto non si dovrà prenderlo più di tre o quattro volte. In caso di insuccesso, consultare subito il medico. Se, al contrario, compare uno scolo, osservate le sue caratteristiche:
I rimedi omeopatici per la sinusite quando lo scolo è chiaro 
Questo caso è raro nelle sinusiti e si vede in genere all’inizio dell’evoluzione. Le secrezioni nasali sono allora irritanti e accompagnate da dolori frontali. La mucosa nasale è arrossata, gli occhi lacrimanti e il malato lamenta dolori alla radice del naso, come se fosse stretto da occhiali a molla. E’ l’indicazione di KALIUM IODATUM 15 ch, 5 granuli ogni 4 ore, spaziando a seconda del miglioramento.
I rimedi omeopatici per la sinusite quando lo scolo è denso 
Ritroviamo qui l’indicazione di due medicinali già visti nei raffreddori con scolo spesso (vedere il capitolo Raffreddori):
di indicazione molto frequente, utilizzato di preferenza per il soggetto che prima era in buona salute e che si difende bene. Lo scolo è giallo verdastro, con croste alla mattina, e dolori dei seni frontali o mascellari, piuttosto a destra. Prendere KALI BICH. 9 cH, 5 granuli ogni 4 ore. Spaziare a seconda del miglioramento.
sarà utile di fronte a un identico quadro locale (tappi spessi, difficili da eliminare), ma in un contesto generale di grande debolezza in soggetti magri. Vi è, in più, aumento della salivazione e lingua patinosa. Prendere HYDRASTIS 4 ci-i, 5 granuli ogni 4 ore, spaziando a seconda del miglioramento.
Altri due medicinali sono indicati a metà strada tra gli scoli spessi e gli scoli decisamente purulenti:
presenta, oltre a uno scolo spesso con tappi difficili da evacuare e scolo in gola, dolori acuti ai globi oculari. L’occhio è spesso rosso scarlatto, il soggetto ha l’impressione di avere al naso degli occhiali pesanti. Può presentare d’altra parte una lingua di “tipo Mercurius” (spessa, patinosa, con molta  saliva) perché il mercurio è uno dei costituenti del cinabro. Davanti a un quadro del genere, prendere CINNABARIS 9 CH, 5 granuli tre volte al giorno mezz’ora prima dei pasti.
corrisponde a delle sinusiti nei quali il malato avverte dolori acuti alle ossa del naso e del viso. Lo scolo è qui giallastro e striato di sangue. E’ un rimedio molto fedele nelle sinusiti mascellari. Prendere MEZEREUM 9 CH, 5 granuli ogni 4 ore. Spaziare a seconda dei miglioramenti.
I rimedi omeopatici per la sinusite quando lo scolo è purulento 
Di fronte a tutti i fenomeni infettivi, qualunque ne sia la localizzazione, l’omeopatia ha delle soluzioni che permettono di evitare il ricorso agli antibiotici. Non si tratta di una posizione a priori (perché un moderno medico omeopata sa servirsi perfettamente di questi medicinali), ma di una scelta terapeutica ragionata. Infatti, l’organismo deve poter lottare da solo contro gli agenti infettivi, ed è solo quando è al di là delle sue possibilità che si utilizzerà un aiuto esterno.
Il caso della sinusite è poco diverso da quello del raffreddore infettivo che abbiamo già visto, e i medicinali omeopatici saranno gli stessi:
presenta scolo nasale purulento, talvolta di odore sgradevole. Spesso il naso è tappato e il malato è ipersensibile al freddo e al dolore. Una tosse rauca da laringite può talvolta essere associato. La radiografia, se è fatta, mostra livelli liquidi o opacità dei seni. Di fronte a questo quadro, che di massima è di pertinenza del medico, si può prendere nell’attesa HEPAR SULFUR 15 CH, 5 granuli tre volte al giorno.
è spesso associato a HEPAR SULFUR, per completarne l’azione. Lo si prenderà in 9 CH, 5 granuli una o due volte al giorno a seconda dell’intensità dei sintomi.
Un esempio di cura tipica della sinusite purulenta consiste nel prendere in attesa del medico: HEPAR SULFUR 15 CH (5 granuli prima di ciascun pasto) + PYROGENIUM 9 CH (5 granuli verso le ore 17).
Durante la giornata, 5 granuli ogni 2 ore di KALI BICH. 9 CH. Spaziare a seconda del miglioramento. Così curate, quasi tutte le sinusiti hanno un’evoluzione rapida verso la guarigione, con il vantaggio che il trattamento omeopatico delle fasi acute, che stimola le difese naturali dell’organismo, ha una certa azione di prevenzione sulle ricadute. Se non si verifica, il medico omeopata potrà stabilire la vostra cura di base che si occuperà dell’assieme del terreno.

tratti dal libro “Guida pratica all’Omeopatia” di B Berthier e J.J. Jouanni edito da Dangles – Musumeci

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi