18 Febbraio 2020

Come trattare le intolleranze

Rimedi per le intolleranze
Per prevenire la comparsa di intolleranze e allergie il consiglio migliore è quello di avere un’alimentazione sana e il più varia possibile. Le sostanze nutrienti indispensabili, che l’organismo deve assumere con l’alimentazione quotidiana, sono numerose: proteine (per gli aminoacidi essenziali in esse contenuti), vitamine, minerali, acidi grassi polinsaturi ecc. Occorre tuttavia ricordare che non esiste un alimento completo, un solo e unico alimento che le contenga tutte nella giusta quantità, e che sia quindi in grado di soddisfare tulle le esigenze nutritive, Di conseguenza. per garantire un apporto adeguato, occorre rivolgersi alla più ampia varietà di alimenti e alla loro più opportuna combinazione.
Per variare correttamente la propria alimentazione si consiglia quanto segue:
  • Nel gruppo costituito dalle carni, dal pesce e dalle uova (che fornisce soprattutto proteine, minerali, come ferro, zinco, rame ecc. e vitamine appartenenti al complesso B), sono da preferire le carni magre, come pollo, tacchino, coniglio ecc,, e il pesce. È da limitare o moderare il consumo di carni grasse e di insaccati. Per le uova, infine, un consumo consigliabile per soggetti sani è mediamente di 3 alla settimana.
  • Per il gruppo che comprende il latte, Io yogurt, i latticini e i formaggi (che, oltre a fornire proteine e vitamine del complesso B, costituisce la principale fonte di calcio), sono da preferire il latte parzialmente scremato, i latticini e i formaggi meno grassi.
  • Per il gruppo che comprende il pane, la pasta e il riso, ma anche altri cereali e patate, (che costituisce la più importante fonte di amido e apporta pure vitamine del complesso B e proteine), sono da preferire prodotti meno raffinati e più ricchi in fibra.
  • Il gruppo dei legumi secchi fornisce fibra, ferro, zinco, rame ecc., nonché proteine che, combinandosi con quelle dei cereali integrali, raggiungono un livello di qualità simile a quello delle proteine animali. È da incoraggiare l’uso alternato di tutti i prodotti di questo gruppo, dai fagioli, ai piselli, alle lenticchia ai ceci, alla soia,
  • Per il gruppo dei grassi da condimento è da tenere presente che il loro consumo va contenuto e che sono comunque da preferire quelli di origine vegetale (come in particolare l’olio d’oliva) in confronto a quelli di origine animale (come burro, panna, lardo, strutto ecc.).
  • I gruppi costituiti da frutta e ortaggi, infine, rappresentano importanti fonti di fibra e di pro vitamina A (quelli colorati in giallo-arancione o verde scuro), di vitamina C (agrumi e pomodori soprattutto), di altre vitamine e dei più diversi minerali, Questi gruppi consentono la più ampia varietà di scelta e devono essere sempre presenti in abbondanza sulla nostra tavola, a cominciare, possibilmente, dalla prima colazione.
Omeopatia per le intolleranze
  • Aethusa cynapium 7 CH: quando l’intolleranza provoca diarrea e nausea. È particolarmente indicato per le intolleranze al latte e per riequilibrare la microflora intestinale.
  • Okoubaka 5 CH: quando l’intolleranza dà sintomi simili a un’intossicazione.
Fitoterapia per le intolleranze
  • Aloe vera: ha un’azione disintossicante e desensibilizzante.
  • Estratto di semi di pompelmo: disintossica e depura.
  • Fagus sylvatica MG 1 DH: per trattare intolleranze che causano sovrappeso e ritenzione.

Materiale tratto dal libro “Vincere Fatica & Stanchezza” – RIZA

Related posts

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi